KENRO IZU

WORKSHOP

Fotografia analogica, paesaggio, bianco e nero

€ 350,00

Fotografia analogica, paesaggio, bianco e nero
con KENRO IZU

 

WORKSHOP CON KENRO IZU (IN INGLESE)

Tre giorni di lavoro con il fotografo giapponese per scoprire i segreti della sua ricerca intensa e raffinata, nell'ambito della mostra Kenro Izu. Requiem for Pompei allestita dal 7 dicembre 2019 al 13 aprile 2020 a FMAV - MATA.

Oltre a presentare il suo lavoro, Kenro Izu dedicherà le giornate di workshop all'approfondimento degli strumenti e delle metodologie necessarie nell'approccio a nuovi progetti. I partecipanti saranno inoltre chiamati a produrre nuove immagini che verranno discusse e selezionate insieme all'artista. 

Il workshop si conclude con l'artist talk dell'autore prevista alle 18 presso la sede espositiva FMAV-MATA dove è allestita la mostra Kenro Izu. Requiem for Pompei. 

 

KENRO IZU

Nato a Osaka nel 1949 e cresciuto ad Hiroshima, Kenro Izu inizia a fotografare negli anni settanta, completando la sua formazione presso la Nihon University di Tokyo. 

Nel 1970 si trasferisce a New York, dove tuttora vive e lavora. Ispirato dalle immagini del vittoriano Francis Frith e dalle antiche spedizioni fotografiche in Egitto, nel 1979 intraprende il suo primo viaggio nella terra delle Piramidi, dove resta fortemente impressionato dalla spiritualità del luogo e dal profondo senso di caducità ispirato dalla vista delle rovine, le cui enormi pietre si ergono come tracce imponenti dell’azione costruttiva dell’uomo. Da questa esperienza e dalle fotografie realizzate in questo viaggio prende avvio Sacred Places, il lavoro che diventerà nel tempo uno dei cardini stessi della ricerca dell’autore: per oltre trent’anni, Izu si è spinto verso mete sempre più lontane fotografando i più suggestivi “luoghi sacri” del mondo, dalla Scozia al Messico, dalla Cambogia all’India e all’Indonesia, dalla Siria al Tibet.

Le sue opere sono state presentate in occasione di numerose mostre personali e collettive, organizzate presso il Rubin Museum of Art, New York (2004), il Tokyo Metropolitan Teien Art Museum (2005), l’Art Museum, University of Kentucky di Lexington (2007), il Detroit Institute of Art, il Kiyosato Museum of Photographic Art di Yamanashi, in Giappone (2008), il Museum of Photographic Arts, San Diego (2009).