I segreti dell’antica tecnica di stampa ottocentesca contraddistinta dal caratteristico colore blu di Prussia.

La cianotipia viene inventata nel 1839 dal noto chimico e astronomo inglese John Herschel: si tratta di un procedimento fotografico basato sulla sensibilità dei sali di ferro alla luce del sole.

Docenti

ANNA LISA BONDIOLI

ANNA LISA BONDIOLI

Diplomata in Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, dal 2006 inizia un lavoro di ricerca sulle antiche tecniche di stampa fotografica. 

scopri

COSA IMPARERAI

Alla fine del corso imparerai:

  • A realizzare il procedimento tecnico della cianotipia
  • A sperimentare il viraggio finale delle stampe

COSA TI SERVE

La Scuola fornisce tutti i materiali: dispensa, chimici, carta, negativi e strumentazione necessaria. I partecipanti che lo desiderano possono portare i propri negativi in bianco/nero (formato non superiore a 10x15) da stampare a contatto con la carta cianotipica. È a discrezione del partecipante dotarsi di mascherina e grembiule.

PROGRAMMA

La lezione prevede una prima parte teorica in cui viene fornito un inquadramento storico della cianotipia, un’introduzione sui chimici e sui materiali utilizzati ed un’approfondita spiegazione del procedimento di stampa. La seconda parte del corso sarà dedicata alla pratica: dalla sensibilizzazione della carta con i sali di ferro all’esposizione alla luce naturale del sole e a quella artificiale del bromografo, sino al lavaggio ed al viraggio con ingredienti naturali.

acquista ora