Studenti

I giovani artisti e curatori che hanno frequentato i nostri corsi.

 

Veronica Alessi

Veronica Alessi

1991, Lucca


 

Si trasferisce a Bologna per studiare Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo. Si laurea nel 2019 con una tesi in Storia della Fotografia. Durante il suo percorso universitario si avvicina sempre di più alla fotografia come strumento d’indagine della propria identità.
La sua ricerca fotografica la porta inoltre a collaborare con vari artisti, stilisti e magazine.

Sara Amodio2

Sara Amodio

Nata a Genova e residente a Savona, ha frequentato il liceo scientifico O. Grassi e, successivamente ha proseguito i suoi studi laureandosi in Scienze Naturali (triennale) a Genova.Al termine dell'università decide di approfondire la sua passione per la fotografia e si iscrive al Master di fotografia presso la scuola di formazione genovese di AreaDomani.Durante questi studi ha la possibilità di ampliare le proprie competenze tecniche e di conoscere nuovi generi fotografici.

Ad inizio 2017 inizia a lavorare presso un'azienda fotografica nel campo di eventi sportivi e cerimonie.

Andraos Wissam

Wissam Andraos

1990, Haret Al Naameh (Libano)
Nasce il 18 Novembre 1990 a Boum – Lebanon, nel 2008 si diploma alla scuola Carmel Saint Joseph di Boum. Nel 2011 laurea in Interior Design all’ Accademia Libanese delle Belle Arti (ALBA) in Beirut e nel 2013 laurea in Fotgrafia all’ Accademia Libanese delle Belle Arte (ALBA). Attualmente frequenta il master di alta formazione sull’immagine contemporanea presso la Fondazione Fotografia Modena.

Andreano Cesare

Cesare Andreano

Nasce ad Eboli (SA) ma cresce e vive a Battipaglia (SA).

Dopo aver quasi completato gli studi di economia all’ Università degli Studi del Sannio (Benevento) decide di dedicarsi alla fotografia. Da sempre affascinato, ma senza averla mai presa in seria considerazione, decide da autodidatta di applicarsi ad essa nel gennaio del 2015. Nel tentativo di trovare una soluzione di vita nella disciplina dello snowboard, trascorre tre mesi in Alto Adige dove ne approfitta per esplorare il magnifico territorio in sella alla sua moto e per scattare fotografie. Tornato in Campania decide di esplorare la propria terra esercitandosi con la macchina fotografica e nel settembre dello stesso anno comincia il suo primo corso di fotografia a Salerno.

 

Il profondo senso comunicativo delle immagini, sia della fotografia sia del video, lo porta a Modena per gli studi di curatela per approfondire le varie fasi del processo di ricerca fotografica.

Antichi

Maria Ludovica Antichi

Nasce nel 1991 a Modena, vive e lavora tra Modena e Londra. Dopo avere conseguito la maturità classica, si laurea in Beni Artistici e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Parma. Svolge un tirocinio presso la 303 Gallery di New York e presso l’ufficio mostre di Fondazione Fotografia Modena. Recentemente apre un blog di arte contemporanea rivolto ai giovani. Attualmente svolge un tirocinio a Londra presso Artuner, piattaforma online dedicata al collezionismo.

Copia di Scan0001

Elena Aromando

1984, Genova
Nasce nel 1984 a Genova. Vive e lavora tra Genova e Modena. Si laurea all’Accademia di Belle Arti di Genova. Principali mostre personali e collettive: 2013 – Biennale Giovani Monza, Serrone di Villa Imperiale, Monza; 2011 – Lo stato dell’arte, Padiglione Accademie, Biennale di Venezia, Venezia; 2010 – Mulhouse010, Biennale Internazionale dei Giovani Artisti Europei, Musèe Beaux-Arts, Mulhouse. Performance: 2013 – 47Kg, Galleria Villa Contemporanea di Monza; 2010 – Rovi, corpi, nodi, Galleria Guidi&Schoen, Genova.

Schermata 2017 06 15 alle 14.00.28

Cinzia Ascari

Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha lavorato per diversi anni presso una importante studio di comunicazione  (Sartoria Comunicazione) dove si è specializzata in montaggio video e produzione di immagini. Dal 2007 - sotto lo pseudonimo Mikosave - inizia la sua attività di pittrice e parallelamente al lavoro di montaggio video realizza mostre e installazioni d’arte. Dal 2014 - come freelance - inizia a dirigere spot pubblicitari alternando soluzioni filmiche a lavori più legati all’animazione.

Attualmente lavora freelance come regista e consulente creativa e frequenta il corso ICON per Curatori dell’immagine contemporanea organizzato dalla Fondazione Fotografia di Modena per approfondire le sue conoscenze in campo manageriale per l’arte contemporane

AGNESE

Agnese Barbarani

1995, Verona

 

In seguito al diploma in ambito umanistico, frequenta un corso avanzato di fotografia a Verona. Dopo aver lavorato e vissuto a Zanzibar per due anni occupandosi prevalentemente di fotografia reportagistica, torna nella città natale dove incomincia a lavorare come fotografa all’interno di  un’azienda specializzata in e-commerce per brand di alta moda. Le numerose trasferte e la stretta collaborazione con art director e stilisti le hanno permesso di vivere pienamente questo settore.

rit barozzi piccolo2

Filippo Barozzi

1987, Bologna
Nasce 1987 a Bologna, vive a San Lazzaro (Bo).

Nel 2010 consegue la Laurea in Design industriale presso l’Università degli Studi di San Marino – IUAV. Nello stesso anno frequenta, attraverso il Programma Erasmus, la Hochschule a Darmstadt, Germania. Nel 2009 svolge uno stage come assistente presso lo studio fotografico Miro Zagnoli di Milano; nel 2012 viene scelto dalla Stills Gallery di Edimburgo per una residenza d’artista. Ha frequentato il master di alta formazione sull’immagine contemporanea presso la Fondazione Fotografia Modena.

Emma Bartolini

Emma Bartolini

1997, Rimini

 

Laureata alla facoltà triennale di Design del prodotto industriale di San Marino, ha scelto nel corso dell’ultimo anno di studi di approfondire il ramo della comunicazione. Per trovare una sintesi coerente al suo percorso, cogliendo l’opportunità della tesi, ha aperto una libreria temporanea indipendente “dinamite-libreriatempo” presso una cooperativa culturale di cui fa parte. Appassionata dal linguaggio (nel senso più ampio del termine), dal suo uso e da ciò che ne consegue, si chiede cosa voglia dire comunicare, cosa abbia senso fare e quale responsabilità si abbia nel dare forma ai nuovi immaginari che orienteranno future forme di trasformazione.

Federica Bass quadrato fondazione fotografia modena ritrattoi

Federica Bassi

1993, Udine

 

Dopo la maturità scientifica ed in seguito ad un periodo di studi in Economia presso l’Università degli Studi di Udine, sceglie un diverso percorso formativo e si diploma in fotografia al Biennio di Spazio Labò a Bologna.
In parallelo agli studi, lavora come fotografa per festival a Udine e Bologna, realizza progetti su richiesta e si avvicina al tema del ritratto empatico attraverso il workshop “A Stranger in Bologna” con Richard Renaldi.

Bazzani

Daniela Bazzani

Nasce nel 1972 a Carpi (MO), vive e lavora in provincia di Modena.
Dopo una formazione in ambito linguistico inizia a lavorare come traduttrice freelance per la lingua inglese e tedesca. Nell’ambito della fotografia consegue l’Italian Master of Photography con Edoardo Agresti e frequenta diversi workshop. Suoi lavori vengono premiati al SiFest di Savignano sul Rubicone nel 2009, al Lucca Digital Photo Contest nel 2010 e al premio Julia Margaret Cameron Award nel 2010. Collabora con il Museo delle Bilance di Campogalliano per l’allestimento di mostre di autori che svolgono indagini sul territorio.

Manuel beinat

Manuel Beinat

2000, San Daniele Del Friuli (UD)

 

Interessato alle scienze umane, è alla ricerca costante di un nesso tra la ricerca socio-antropologica e la fotografia per poter analizzare l'uomo in tutte le sue forme, sfaccettature, declinazioni e contraddizioni. La sua produzione fotografica rispecchia il lavoro che intende proporre come curatore: un'indagine stratificata e multiforme della condizione dell'uomo contemporaneo.

Ritratto Luna Belardo2

Luna Belardo

Luna Belardo nasce il 5 Settembre 1998. Diplomata a giugno del 2017 al liceo artistico A. Venturi, a settembre dello stesso anno intraprende un percorso lavorativo nel mondo della grafica, presso un’agenzia di comunicazione di Modena. 

Dopo questo anno lavorativo decide di intraprendere uno studio più accurato e intimo con la fotografia iscrivendosi al Master di Alta Formazione sull'Immagine Contemporanea.

Jacopo Noera

Jacopo Noera

Il suo percorso formativo è stato unidirezionale: dopo essersi diplomato presso l’Istituto d’Arte “A. Venturi”, e dopo un anno di corso in Comunicazione e Multimedia presso l’istituto IFTS di Bologna, ha iniziato a lavorare presso un'agenzia di art direction, specializzata nella moda e nel design, ricoprendo il ruolo di direttore artistico. Questo gli ha permesso di avvicinarsi alla fotografia con un contatto diretto sul campo.

È stata questa tipologia di approccio che l’ha portato dopo anni alla consapevolezza di voler intraprendere un nuovo percorso professionale e artistico in ambito fotografico.

Il primo progetto, intitolato “How am I supposed to be?” è una raccolta sperimentale di ritratti dei suoi amici più intimi, frutto di un lavoro introspettivo, dove per la prima volta ha cominciato a costruire l’immagine giocando tra la spontaneità del soggetto e il rapporto di fiducia che nasceva dalla sua direzione.

Ritratto Leonardo Bentini2

Leonardo Bentini

Nato a Roma il 26 luglio del 1994, dopo il diploma di scuola superiore frequenta l’Accademia di Belle Arti di Firenze dove a marzo del 2018 prende il diploma di laurea in Arti Visive con indirizzo pittura. 

Nello stesso anno frequenta un corso di fotografia presso la Fondazione studio Marangoni di Firenze preparandosi per la borsa di studio presso Fondazione Modena Arti Visive, dove nell’ottobre 2018 inizia il Master di Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea.

La sua ricerca è volta al ruolo che l’immagine svolge nell’identità contemporanea.

 

Ritratto Nicola Biagetti2

Nicola Biagetti

Nato a Bologna nel 1995, dove attualmente vive e lavora. Nel 2017 consegue la laurea triennale in design del prodotto industriale presso l’università di Bologna. 

Attraverso l’uso e la sperimentazione di pratiche performative, grafiche e fotografiche, la sua ricerca è volta all’indagine delle possibilità di relazione e connessione che l’uomo contemporaneo ha con lo spazio naturale, artificiale e virtuale.

 

Giada Bigarelli

Giada Bigarelli

Diplomata in ragioneria nel 2015. Da diversi anni interessata alla fotografia, ma sempre approcciando la materia da autodidatta. Decide quindi di iscriversi al master di Fondazione Fotografia Modena per poter approfondire gli studi e sviluppare il suo linguaggio fotografico.

MG 9308 1bs

Elita Borgogelli

Si diploma alla L.A.B.A. Libera Accademia di Belle Arti di Rimini in Progettazione artistica per l’impresa nel corso di Fotografia.

Da vita a vari progetti fotografici e frequenta un corso di Allestimenti per spazi espositivi durante il quale verrà realizzato un piano di esposizione per il fotografo riminese Silvio Canini.

Successivamente collabora per un’applicazione fotografica ed espone alcuni scatti in una mostra collettiva organizzata nella sua città.

Grazie agli studi accademici e ad uno stage in uno studio fotografico, sviluppa buone competenze in photo editing e post produzione.

Dopo gli studi e le varie esperienze cresce sempre di più la passione per la fotografia e l’arte contemporanea che la porta ad iscriversi al corso Icon.

rit bosso piccolo2

Ilaria Bosso

1988, Torino
Nasce a Torino nel 1988. Dal 2012 è laureata in Graphic & Virtual Design presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Grazie alla borsa di studio Progetto Erasmus ha avuto modo di studiare all’ Ecole des Arts Saint Luc di Liège in Belgio approfondendo gli studi in campo artistico. Nell’estate del 2012 partecipa alla sezione Young Artist in Residence del Mountain Photo Festival curata da Luca Andreoni. Con la mostra Commencement ha concluso il suo biennio al master sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.

bulgarelli

Simone Bulgarelli

1991, Carpi (MO)
Nasce a Soliera in provincia di Modena nel 1991. Consegue il diploma di perito meccanico all’istituto tecnico industriale L. Da Vinci di Carpi. Successivamente trascorre tre anni come impiegato tecnico presso un’azienda metalmeccanica di Soliera.

L’interesse per la fotografia è sempre stata presente, dalle prime Polaroid fino ad arrivare al RAW.

La passione diventa professione quando inizia a lavorare come fotografo sportivo presso varie manifestazioni e successivamente diventa fotografo ufficiale della Handball Carpi.

Sfruttando questi eventi riesce a perfezionare la tecnica e affinare la tecnica della fotografia digitale.

Dopo molti anni da autodidatta cerca di approfondire la conoscenza artistica della fotografia inscrivendosi al master di Fondazione Fotografia.

Damiano Burato

Damiano Burato

1994, Brescia

 

Effettua i primi studi presso un liceo artistico della sua città e successivamente frequenta il corso di arti visive all’accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo dove si diploma con una tesi sul bianco, tra possibilità e utilizzo del colore. Negli stessi anni matura e approfondisce l’interesse per il medium fotografico e l’immagine. La ricerca inizialmente orientata all’analisi degli spazi quotidiani, alla natura e alle loro cromie, muta gradualmente in una riflessione sull’immagine come rappresentazione in quanto tale, manifestazione della precarietà che caratterizza l’esperienza estetica, andando a focalizzarsi sullo studio di spazi ed esperienze sensoriali.

007 Elena Canevazzi

Elena Canevazzi

1991, Carpi (MO)
Nel 2010 si diploma in Grafica Pubblicitaria presso l’Istituto d’Arte Venturi di Modena.

Attualmente affianca alla ricerca personale il lavoro di fotografa e assistente.

ritratto

Francesco Cardarelli

1981, Offida (AP)
Sviluppa l’interesse per la fotografia ascoltando e guardando il padre nel suo laboratorio di fotografia nelle Marche. Si diploma in Catalogazione e Conservazione dei Beni Culturali all’Istituto Statale d’Arte O. Licini di Ascoli Piceno.

Consegue il diploma di laurea in Scultura all’Accademia di Belle Arti di Carrara, durante gli studi partecipa a diversi workshop con compagnie teatrali e artisti visivi.

In seguito si trasferisce a Genova dove lavora con il duo artistico Suite-Case con il quale apre lo spazio no profit SP333 nell’entroterra ligure, realizza eventi sulla sperimentazione sonora con varie realtà culturali del territorio ligure, frequenta l’Accademia Ligustica di Belle Arti specializzandosi in didattica dell’arte e lavora come fotografo per la galleria Pinksummer Contemporary Art. Collabora successivamente anche con il Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce, per collezionisti privati e singoli artisti.

Da diversi anni insegna Arte e Immagine nelle scuole secondarie di I grado. Vive a Bologna.

Sito personale: https://www.works.io/francesco-cardarelli

DC

Daniele Casciari

1978, Perugia
Nasce a Perugia nel 1978. Consegue la laurea in Biotecnologie e successivamente il dottorato in Chimica presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Si interessa di fotografia fin dal 1990, dove partecipa come aiuto fotografo in una campagna di documentazione che interessa le Grotte dell’Umbria. In quella occasione conosce il medio formato e le pellicole analogiche. Prosegue la sua formazione passando dalla fotografia di Montagna a quella di Teatro. Nella fotografia di scena si cimenta in performance ed eventi sia nazionali che internazionali. Dopo anni di studi personali, ha iniziato la sua formazione artistica nel 2013 iscrivendosi al Master di alta formazione sull’immagine contemporanea organizzato dalla Fondazione Fotografia.
Ha partecipato alle mostre collettive “Le grotte dell’Umbria” Comune di Perugia, 1992. “ Spazio Scenico_ “ Collettivo ViaStella8 Modena, 2012. “ Luce “ Comune di Perugia, 2013. Progetto “È la mia vita in Piazza Grande”, Modena 2014.

rit cavallini piccolo2

Sara Cavallini

1989, Carpi (MO)
Nasce a Carpi nel 1989. Nel 2012 consegue la laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia nell’indirizzo di Nuove Tecnologie per l’Arte e nel 2013 completa il percorso formativo del master di alta formazione sull’immagine contemporanea, vincendo il I premio di acquisizione opere.

Nel luglio 2012 partecipa al progetto di residenza Baessa 1310 – Lagorai fotografato promosso da Arte Sella e Fondazione Fotografia di Modena durante il quale realizza il lavoro Dentro, il bosco.

Partecipa a diverse esposizioni collettive fra le quali Principianti. Di cosa parliamo quando parliamo d’amore? – Ex Ospedale S. Agostino, Modena; Arte in Contemporanea Emilia Romagna, Modena; Carlo Scarpa, uno sguardo contemporaneo – Centro Internazionale di studi di Architettura Andrea Palladio, Vicenza.

Vive e lavora a Carpi.

45 Ceraglia

Marco Ceraglia

Nasce nel 1960 a Roma, vive e lavora a Sassari. Si forma a Roma presso l’Istituto Europeo di Design dove insegna dal 1985 al 1991. Alterna professione e ricerca personale continuando l’attività di docenza in varie scuole, enti e Università. Collabora con le migliori agenzie pubblicitarie in Sardegna e realizza diverse campagne nazionali.
Pubblica diversi libri fotografici e negli ultimi anni è attivo nel settore delle Edizioni d’Arte con alcuni titoli. Sempre negli ultimi anni sviluppa diversi progetti sotto forma di installazioni/sculture con materiali diversi, in particolare ferro e acciaio. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche (Regione Sardegna) e private (Banca di Sassari e Banco di Sardegna).

ema2

Emmanuele Coltellacci

1982, Vignola (MO)
Vive e lavora a Modena. Nel 2002 si iscrive al corso di laurea in Scienze Geologiche, che interrompe per lavorare nel settore grafico pubblicitario dove è tuttora attivo. Nel 2004 si avvicina alla fotografia di ambito sportivo e di still-life, collaborando a diversi servizi di reportage all’estero. Dal 2011 al 2013 frequenta il master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena. Nel luglio 2012 ha partecipato al progetto di residenza d’artista Baessa 1310 Lagorai fotografato presso Arte Sella e alla successiva mostra presso Malga Baessa (TN). Tra il 2014 e il 2015 ha partecipato al progetto di residenza d’artista Cura del Camec di La Spezia, lavorando sull’ambiente delle cave di marmo di Carrara.

Principali mostre collettive: 2013 – SI Fest, Savignano sul Rubicone; The Others Fair-Boom!, Torino; Commencement, ex Ospedale Sant’Agostino, Modena; 2014 – Fotografia Europea, Reggio Emilia; 2015 – Cura, Camec di La Spezia; Fotografia Europea, Reggio Emilia.

Nel 2014 è docente di laboratorio presso Fondazione Fotografia di Modena.

IMG 9882 come oggetto avanzato 2

Chiara Corica

1977, Foligno
È una produttrice di documentari e video musicali, diplomata alla Scuola di Cinema di Milano. Nel 2008, grazie a una borsa di studio della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, ha lavorato a Los Angeles nel campo della post-produzione audiovisiva e iniziato a sperimentare con la fotografia. Nel 2013 ha concluso il master di Fondazione Fotografia Modena. Le sue ricerche fotografiche si muovono attraverso il territorio residuale urbano, alla ricerca di strutture, confini e coperture che sfuggono alle maglie organizzative e progettuali della città. Emergono zone interstiziali, arredamenti informali, legati da un carattere provvisorio, in continua sparizione.

Si occupa di editoria indipendente con il collettivo Semiserie & Sons. Colleziona parole e immagini web, interessata al loro transitorio equilibrio di comunicazione.

Elisa Crostella

Elisa Crostella

(Senigallia, 1992)Frequenta Scienze del linguaggio presso il liceo classico G. Perticari di Senigallia, dove affronta per la prima volta la teoria del cinema e della fotografia. Conseguito il diploma di maturità nel 2011, si trasferisce a Urbino per seguire il corso di Decorazione Arti Visive all’Accademia di Belle Arti di Urbino.

Durante gli studi, la sua espressione si orienta verso la fotografia fino ad arrivare all’indagine sull’origine del mezzo, autoproducendosi camere obscure a foro stenopeico.

Nel 2014 frequenta e partecipa ad eventi con il Musinf di Senigallia. Nel 2015 realizza un workshop di fotografia stenopeica per la scuola elementare dell’Istituto comprensivo Nori de Nobili del comune di Trecastelli (AN). Consegue il Diploma triennale nel 2016 con una tesi che ripercorre la preistoria della fotografia, dalle osservazioni sulla luce di Aristotele fino all’analisi concettuale nel testo Inconscio Tecnologico dell’autore e artista Franco Vaccari.

profilo ff2

Pierpaolo Curini

Diplomato come perito tecnico chimico interrompe i successivi studi in Biotecnologie per dedicarsi allo studio della comunicazione visiva multimediale presso l'Accademia di Belle Arti di Macerata, dove si diploma nel 2017. Durante gli studi accademici, ha modo di ampliare le proprie capacità espressive tramite l'esercizio di differenti linguaggi e media, che talvolta integra con la fotografia, mezzo espressivo prediletto. Si dedica allo studio della fotografia analogica ed inizia le prime sperimentazioni di sviluppo e stampa in camera oscura realizzando i progetti HumanHistory e Cities 14:35, scoprendo nella pellicola il supporto che meglio si adatta alle proprie necessità espressive. Durante gli studi lavora saltuariamente come freelance venendo in contatto con l'aspetto professionale dell'essere fotografo. Nonostante la predilezione per l'inclusione dell'elemento umano all'interno dei propri lavori, la poliedricità e la necessità di sperimentazione lo portano a spingersi oltre ed affrontare differenti tematiche all'interno dei suoi progetti.

Michela Curti

Michela Curti

1993, Gardone Val Trompia (BS)
Si interessa di arte contemporanea, comunicazione, immagine e linguaggi. Ha seguito percorsi formativi in Italia e Inghilterra nel campo delle arti visive, ha studiato all’accademia Albertina di Torino negli anni 2013—2016, lavorando parallelamente alla documentazione fotografica di opere di giovani artisti, (principalmente in campo performativo) inaugurazioni e conferenze stampa in diversi spazi torinesi fra cui fondazione Sandretto, fondazione Merz, GAM, Circolo dei lettori.

Nel 2015 è tornata in Inghilterra per prendere parte al progetto «Over the Hill» di Tim Andrews.

Si è poi trasferita a Modena per proseguire gli studi.

Daltri Veronica

Veronica D'altri

Nasce a Cesena nel 1985.
Durante gli anni dell'università, scopre la passione per la fotografia. Dopo la laurea in Tecniche Erboristiche, frequenta i corsi alla Scuola Romana di Fotografia presso la quale si diploma nel 2011.
Nello stesso anno entra a fare parte dell'agenzia Luz di Milano nella sezione giovanile “
Avantguarde”. Espone i propri lavori presso Officine Fotografiche, all' “Umbria World Fest” di Foligno, al Foiano Fotofestival, ad ArteFiera a Bologna e a Palermo.
Per due anni organizza un festival di fotografia indipendente presso una colonia abbandonata a Cesenatico. Periodicamente collabora con magazine on line che si occupano di fotografia.

MG 9337 1bs

Leticia Quatel Da Silva

Si laurea in giornalismo alla Pontificia Universidade Católica de Campinas (PUC-CAMPINAS). Lavora da 6 anni come giornalista in televisione, come ufficio stampa, per riviste e online. È stata editrice di Yahoo Brasil e ha collaborato come freelancer scrivendo articoli sulla politica per Vice Brasil.

Si avvicina alla fotografia grazie alla laurea magistrale a San Paolo in comunicazione alla Faculdade Casper Libero, prima scuola di giornalismo in America Latina, dove ha studiato gli aspetti interpretativi della fotografia e dove ha frequentato uno stage di insegnamento in fotogiornalismo e dove ha integrato due gruppi di ricerca scientifica: uno è Politica e Comunicazione nella Società dello Spettacolo e l’altro Immagine, Comunicazione e Cultura.

Nel 2018 si trasferisce in Italia per frequentare il corso per curatori di Fondazione Fotografia Modena.

DallOlio Ilaria2

Ilaria Dall'Olio

Nasce a Bologna nel 1989. Vive e lavora tra Bologna e Modena.

Dopo la laurea triennale in Lettere Moderne, nel 2015 conclude la laurea magistrale in Arti Visive presso l’Università di Bologna, con una tesi su Fluxus e le ricerche sull’intermedialità dell’artista americano Dick Higgins.

A completamento del corso di studi collabora come tirocinante con la galleria di arte contemporanea Gallleriapiù. Also known as oltredimore (Bologna). Nel 2015 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio Cultura, Turismo e Volontariato del Comune di Castelnuovo Rangone (Modena), dove ha organizzato eventi culturali in collaborazione con l’amministrazione comunale e con le associazioni e le scuole del territorio.

Nel 2016 ha svolto un tirocinio presso la Kunsthalle Osnabrück, in Germania, dove ha seguito la programmazione espositiva.

Da gennaio 2017 collabora come Cultural Event Executive con Laboratorio delle Idee (Bologna), agenzia di comunicazione e organizzazione di eventi.

I2

Ornella De Carlo

Diplomata al liceo scientifico della sua città, prosegue la formazione presso il dipartimento di Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Bari laureandosi alla magistrale di decorazione. Nel mentre partecipa al programma Erasmus Study presso la Facoltà di scienze applicate di Bielefeld in Germania e in seguito al programma Erasmus Traineeship presso la Facoltà di Belle Arti a Malaga in Spagna.

Come un database ha bisogno di processi umani come memorizzare, pensare, associare, catalogare, comporre, contestualizzare, decontestualizzare e raggruppare principi di combinazione che diventano tutti potenziali variabili per sviluppare la creazione di un lavoro caricato di campi immaginari, musicali, testuali, sonori, visivi, scolpiti.

Chiara De Maria

Chiara De Maria

1992, Correggio (RE)
Diplomata nel 2012 in grafica pubblicitaria presso l’istituto d’arte Venturi di Modena dove si è approcciata per la prima volta alla fotografia analogica. Nello stesso anno si trasferisce a Berlino dove comincia a studiare presso la Neue Schule fuer Fotografie, conseguendo il diploma nel 2016.

Durante gli anni di formazione a Berlino ha scelto e approfondito la tecnica analogica, sperimentando anche lo sviluppo e la stampa a colore. Ha iniziato a lavorare sul nudo, e sul corpo della donna fino a quando questa ricerca non si è concretizzata nel progetto Weder oder / O uno né l’altro in mostra in occasione dell’ EMOP di Berlino.

 

P1110328 copia

Giulia Deganello

Frequenta a Venezia l'Accademia di Belle Arti, dove si laurea in Nuove Tecnologie d'Arte, con una tesi progettuale che mira a introdurre la tecnologia del video a 360° nell'arte, in seguito ad un 'esperienza  personale di viaggio in kayak attraverso la Laguna Veneta. Ha collaborato con la Biennale di Venezia e Fondazione Prada per delle performance; ha partecipato a Lago Film Festival (TV) come staff e ha lavorato come scenografa teatrale presso il Villaggio al Mare Marzotto (VE).

Valeria Dellisanti

Valeria Dellisanti

1996, San Severo (FG)

 

Si diploma al liceo artistico in arti figurative e successivamente si laurea a Bologna al DAMS - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo con una tesi in Storia della Fotografia. Attualmente vive a Bologna.

DSC7206

Emanuela Destefani

Dopo il liceo artistico, prosegue gli studi all’accademia di Brera di Milano, indirizzo Pittura e nel 2015 segue il programma “Erasmus” presso l’Ecole Nationale Supérieure d’Art et de Design ENSA, a Dijon in Francia. Durante il percorso artistico ha sempre utilizzato la fotografia, arrivando però ad avere più consapevolezza del mezzo durante gli anni accademici. Nel 2017 consegueil Diploma triennale a pieni voti con una tesi sul rapporto fra Pittura e Fotografia che ripercorre la relazione fra i due mezzi dall’inizio della storia della fotografia fino alla storia contemporanea con fotografi-artisti come Luigi Ghirri, Franco Guerzoni e Franco Vaccari.

 

chiara di loreto

Chiara Di Loreto

Dopo aver abbandonato gli studi universitari si trasferisce a Londra, dove ri-scopre la passione per la fotografia e si avvicina al mondo dell’analogico grazie ad un corso che le permette di sperimentare numerose macchine e diversi tipi di pellicole.

In seguito decide di tornare in Italia per iscriversi alla LABA (Libera Accademia di Belle Arti) di Firenze, dove consegue la laurea con il massimo dei voti presentando una tesi sul disturbo dello spettro autistico e sul rapporto tra fotografia e disturbo mentale.

Grazie al suo percorso accademico perfeziona le conoscenze tecniche, approfondisce gli studi nelle arti visive e sperimenta i vari generi fotografici.

Durante gli studi inizia a lavorare come fotografa e video maker freelance a Firenze e Bologna.

Si iscrive al Master di alta formazione sull’immagine contemporanea per approfondire ulteriormente i suoi studi e per svolgere un lavoro di indagine sul proprio linguaggio fotografico.

Giulia De Michele

Giulia Di Michele

1996, Canosa di Puglia (BT)
Nasce in Puglia e sin da quando aveva quattordici anni inizia a scattare foto “rubando” la macchina fotografica della sorella. Vista la sua passione comincia a studiare i grandi maestri della fotografia e a frequentare diversi workshop in giro per l’Italia.

Consegue il diploma di maturità classica a Cerignola e ad ottobre del 2015 si trasferisce a Modena per frequentare il master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia.

Digito

Patrizia Digito

Nasce nel 1962 a Mirandola (MO), vive e lavora in provincia di Modena. Dopo aver intrapreso gli studi presso l'Università di Economia e Commercio a Bologna, lascia il percorso formativo per dedicarsi all’attività professionale. Frequenta numerosi corsi di disegno, scultura e pittura e nel 2005 si laurea in Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, con una tesi in Fotografia, da sempre sua passione e coltivata negli anni degli studi come parte integrante della sua formazione e ricerca. Cura mostre personali e partecipa ad alcune collettive. Attualmente è attiva nell’ambito del circolo fotografico Photoclub Eyes di San Felice sul Panaro (MO).

Giulia Dongilli

Giulia Dongilli

1991, Rovereto (TN)
Dopo il diploma al Liceo linguistico di Riva del Garda, continua gli studi a Bolzano presso la facoltà trilingue di Design e Arti dove si occupa di design del prodotto, grafica e tipografia, approfondendo soprattutto i linguaggi della comunicazione visiva. In particolare si interessa di fotografia sociale e documentaristica. Nel 2013 partecipa a un’esperienza di volontariato in Vietnam per un progetto relativo all’eco-sostenibilità ambientale, documentata da un servizio fotografico. Come tesi di laurea progetta un reportage sul tema dell’integrazione, racconto per immagini di “micro-storie” di immigrati. In seguito collabora con uno studio fotografico, porta in mostra il suo progetto di tesi e frequenta workshop di fotografia. Si iscrive al Master di Fondazione Fotografia per approfondire la formazione teorica e pratica per sviluppare una propria identità artistica.

IMG 1267

Eleonora Fabi

Dopo una formazione superiore di stampo artistico, prosegue poi la sua carriera scolastico-universitaria in ambito umanistico-letterario. Nel 2013 si laurea in Lettere presso l’Università di Roma – Tor Vergata e dalla sua tesi prende vita quella che sarà la sua prima pubblicazione. Successivamente, sempre presso lo stesso Ateneo, frequenta il Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell’Informazione, della Comunicazione e dell’Editoria, portandolo a compimento nell'anno accademico 2015/2016 con un progetto di tesi che le ha consentito di conoscere e approfondire la vita e le opere del fotografo giapponese Araki Nobuyoshi.  Quest’occasione ha alimentato in lei quegli aspetti che da sempre l’avevano indirizzata verso l’Arte, portandola così ad iscriversi all'edizione di ICON 2018.

Ferrari

Sara Ferrari

Nasce nel 1987 a Modena, dove vive e lavora. E’ laureanda al corso magistrale in Storia dell'Arte Contemporanea presso l'Università di Firenze. Nel 2011 collabora all'allestimento della mostra Kindergarten, organizzata dalla Galleria Civica di Modena. Nel 2012 si occupa della catalogazione, a fini editoriali e di promozione, delle immagini dell'archivio fotografico presso la società SCALA di Firenze. Selezionata nel 2013 per il progetto ArteinContemporanea per il quale cura un'esposizione presso lo Studio Vetusta a Modena. Dal 2013 crea e propone progetti di didattica museale nell'ambito dell'associazione culturale Artediffusa di Firenze. Nel 2014 viene segnalata tra i finalisti della sezione Curatore presenta artista del Premio Primal Energy. Dal 2012 recensisce eventi culturali e esposizioni d'arte per il magazine i.OVO.

Francesca Ferrari

Francesca Ferrari

1961, Modena
Attiva nel campo della comunicazione dal 1994 e coordinatrice di svariate campagne di comunicazione, dopo aver frequentato il Corso di “Cooperazione Internazionale di Volontariato”, collabora dal 2005 come fotografa e videomaker con fondazioni e organizzazioni non governative, recandosi diverse volte all’anno, nei paesi poveri sottosviluppati, dove le ONG operano per produrre “materiale testimonianza”, utile a raccolta fondi e alla sensibilizzazione rivolta alla responsabilità sociale.

Selezionata tra i finalisti del Concorso Fotografico 2013 L’Assenza di Repubblica, nel 2014 vince il contest Le Mani delle donne al Circolo Fotografico di Modena OPF Officina Progetto Fotografia e espone per la sua prima mostra personale Segni, Sogni d’Amore, Via Castellaro 19, Modena.

ritratto cf

Cecilia Finessi

1997, Portomaggiore (FE)

 

Dopo essersi diplomata al Liceo Artistico di Ravenna, porta avanti la sua passione per l’arte e la fotografia laureandosi nel 2019 all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Successivamente inizia un percorso con piccole associazioni nella sua cittadina tenendo conferenze e incontri settimanali sulla storia dell’arte. Parallelamente a queste attività collabora con professionisti del settore moda e make-up della sua zona, realizzando per loro servizi fotografici e riprese video, avendo così la possibilità di approfondire la sua esperienza in campo fotografico.

033 Giulia Fini2

Giulia Fini

1995, Modena

rit franceschi piccolo2

Elisa Franceschi

1987, Vicenza
Dopo il conseguimento della laurea in Arti Visive e dello spettacolo presso la facoltà IUAV di Venezia, frequenta il master biennale di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena. Partecipa al progetto di residenza Baessa 1310-Lagorai fotografato, organizzato da Arte Sella e Fondazione Fotografia nel 2012. Espone in diverse mostre collettive fra le quali la ‘Biennale Giovani 2013’ alla Villa reale di Monza e ‘Arte in contemporanea Emilia Romagna’ presso la Galleria Mazzoli. Viene inoltre selezionata fra i finalisti del Premio Combat 2013.

Laura Furlanetto

Laura Furlanetto

Laureata al DAMS di Padova con una tesi sulla fotografia stereoscopica, inizia a fotografare nel 2013. L’ambito di interesse principale è la fotografia di ricerca sul paesaggio, che le permette di analizzare e comprendere meglio i mutamenti del paesaggio che la circonda, soprattutto in relazione alla presenza e alle attività dell’uomo.

Ha partecipato a diversi workshop nella città di Treviso, collaborando con fotografi come Marco Zanta, Francesco Radino e Gianpaolo Arena. Nel 2016 ha esposto nella collettiva Esplorazioni del Parco del Sile presso la Galleria Sp3 di Treviso; l’anno successivo partecipa all’indagine fotografica Arcipelago sul territorio del Delta del Po veneto.

Giulia Gamberini

Giulia Gamberini

Successivamente al diploma al Liceo Artistico di Ravenna, si dedica a studi che spaziano dall'arte contemporanea al cinema, dal teatro ai seminari sull’arte terapia, concludendo la triennale al DAMS di Bologna nel 2015 con una tesi in psicologia dell’arte. Successivamente si dedica completamente alla fotografia, come mezzo espressivo e liberatorio e decide di iscriversi ai corsi di primo e secondo livello di camera oscura allo Spazio Labò, che le permettono di approfondire le sue conoscenze sulla fotografia analogia. Attualmente vive e lavora a Bologna.

Silvia Gelli

Silvia Gelli

1985, Livorno (LI)
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, specializzata in Storia e Forma delle Arti Visive, dello Spettacolo e dei Nuovi Media presso L’Università di Pisa. Consegue il Diploma in Fotografia avanzata presso lo IED di Milano e il titolo di qualifica professionale di illuminotecnica nel cinema. Continua il suo percorso in qualità di fotografa di scena collaborando con varie realtà, dal cinema (Only you, 41 parallelo, Come il vento…) al teatro (Bianco – Nofit State Circus) alla musica (Sottopalco). La sua attività prende forma nel campo dello spettacolo e non solo, si avvicina alla fotografia industriale (Mose -Venezia) e alla fotografia di moda, affiancando il fotografo Arjun Mark. Attualmente frequenta il master in Fondazione Fotografia Modena al fine di sviluppare e indagare il suo linguaggio e la sua ricerca, in direzione sperimentale e autoriale, nell’ambito dell’arte contemporanea.

ROBERTA GENNARO JPEG 300DPI2

Roberta Gennaro

1988, Palermo

 

Nel 2018 si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo con una tesi sperimentale che mette in relazione la fotografia e l'affresco dal titolo Matrice, giunta al culmine di un percorso formativo variegato che passa per l’exhibition design, l’architettura e la danza. Ha studiato le tecniche fotografiche da autodidatta e collaborato con artisti che sono stati per lei d’ispirazione come Mustafa Sabbagh, Carmelo Bongiorno, Primoz Bizjak, Carlos Rivera. È stata inoltre performer per Virgilio Sieni e Mimmo Cuticchio e nella Turandot di Fabio Cherstich.

Davide Ghelli Santuliana

Davide Ghelli Santuliana

1989, Verona
Dopo gli studi universitari in ambito informatico e matematico (laurea nel 2012 con una tesi di logica applicata), comincia a lavorare nel settore della fotografia commerciale, affiancando un fotografo nel suo studio e apprendendo così le basi dell’illuminotecnica. Studia alla Scuola Civica di Cinema di Milano e ha la possibilità di lavorare sul set di produzioni audiovisive, prevalentemente come operatore di camera. In seguito, si orienta nuovamente sulla fotografia, quale linguaggio nell’ambito delle arti visive contemporanee, studiando fotografia a Bologna con docenti quali Giuseppe de Mattia, Davide Tranchina e Luca Capuano. Nel 2016 espone a SiFest OFF a Savignano sul Rubicone ed è finalista nella sezione Fotografia Contemporanea del Premio Francesco Fabbri per le arti contemporanee.

È co-fondatore del collettivo ContAnima (www.contanima.org) nel 2016 a Bologna, con Alberto Masacci e Chiara Francesca Rizzuti.

ritrattolivia

Alessio Gianardi

1983, La Spezia
Nasce a La Spezia nel 1983.

Ha studiato chitarra classica presso il Conservatorio “Giacomo Puccini” di La Spezia e Nuove Tecnologie dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Attualmente frequenta il Master di Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea della Fondazione Fotografia di Modena.

A Manarola, paese in cui vive, è tra i fondatori del Collettivo Parisse, un organismo che promuove attraverso attività laboratoriali gli insegnamenti di Anselmo Crovara, custode dell’Archivio della Memoria di Manarola.

Ha collaborato con il CAMeC – Centro d’Arte Moderna e Contemporanea della Spezia e la galleria “Il Gabbiano” della Spezia.

Nella sua ricerca il prodotto artistico è la sintesi, la manifestazione e la testimonianza di un processo che ha come denominatori i materiali e la sperimentazione. Il risultato diventa la prova fisica della complessità del reale semplificato, reso intellegibile, elementare.

Schermata 2020 12 11 alle 12.52.40

Giulio Giovani

2000, Modena 

 

Nato e cresciuto a Modena, coltiva la passione per la musica come batterista e il linguaggio delle immagini come videomaker e fotografo. I generi che predilige in ambito fotografico sono il reportage, il paesaggio e il ritratto. 

 

IMG 5197

Greta Grasso

1995, Genova

 

In seguito al diploma in ambito artistico, abbandona l’università di Architettura per intraprendere un percorso fotografico già nato come una passione all’età di tredici anni. Dopo aver vissuto e lavorarato due anni nelle Isole Canarie, torna nella città natale nella quale svolge lavori fotografici per eventi in gallerie d’arte, quali la Design week di Genova 2019 e Divago. Persegue la sua ricerca artistica attraverso un lavoro introspettivo che la porta a voler approfondire le tecniche fotografiche.

Daniele Alef Grillo

Daniele Alef Grillo

1984, Roma
Dopo il diploma in Scenografia teatrale presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, segue workshop e seminari sull’illuminotecnica teatrale che si concludono con un master in fotografia cinematografica presso l’Accademia di belle Arti di Macerata. Lavora tra palcoscenici e ‘set’ romani per alcuni anni, fino a quando decide di portare avanti una propria ricerca artistica attraverso l’utilizzo della fotografia.

Sperimenta soluzioni formali differenti che prediligono l’installazione e il video e collabora stabilmente con l’associazione Brecce per l’arte contemporanea con la quale ha esposto i propri lavori a Rothenburg Ob der Tauber, Germania; Villa Gregoriana, Tivoli; Real Orto Botanico, Napoli. È particolarmente interessato al rapporto uomo-natura, tema centrale dei propri lavori e alla storia dell’arte come sistema di auto-referenza.

IMG 3641

Ilaria Iacconi Iambrenghi

Ha conseguito la Laurea Triennale presso il DAMS di Bologna, specializzandosi nel ramo delle arti visive e presentando una tesi sperimentale dedicata alla storia del rapporto fra il visivo e il sonoro. 

Ha svolto il tirocinio formativo presso la Galleria Civica di Modena e attualmente lavora come social media manager per una catena di ristorazione modenese.

rit iannone piccolo2

Angelo Iannone

1982, Piacenza
Ha il primo approccio con la fotografia di reportage naturalistico, che non lo soddisfa a pieno. Si sposta verso la fotografia staged, prima frequentando l’istituto Riccardo Bauer, poi lavorando come assistente fotografo e tecnico luci per produzioni foto e video. Completa la sua formazione voltandosi verso la fotografia autoriale e di ricerca, iscrivendosi al master in alta formazione dell’immagine contemporanea, biennio 2011-2013, al termine del quale il progetto “Dentro siamo bui” viene acquisito dalla Fondazione Fotografia di Modena. Partecipa al Mountain Photo Festival – Artist in residence 2013, curato da Luca Andreoni con il patrocinio della regione Valle d’Aosta.

Iuffrida

Leonardo Iuffrida

Nasce nel 1986 a Catanzaro, vive e lavora a Bologna.
Nel 2012 consegue la laurea magistrale in Arti Visive presso l’Università di Bologna con una tesi in Teorie e Pratiche della Fotografia. Lavora come saggista e blogger focalizzando la sua attenzione e i suoi studi sulla fotografia, la moda e il potere dell’immagine. Suoi saggi sono presenti in diversi volumi, tra cui Maglifico! Sublime italian knitscape, ed. Skira; Arte e moda dalla Pop al Neopop, ed.Silvana Editoriale; Obiettivo Moda. Incursioni nella fotografia di moda contemporanea, ed. Bononia University Press. Nel 2009 crea realnob.blogspot.it, sito di approfondimento di moda maschile. Negli ultimi anni scrive articoli di moda e costume per GQ e style.it del gruppo Condé Nast, per i siti di Pitti Immagine e Fondazione Pitti Discovery, e collabora come corrispondente per le riviste d'arte Exibart e Artribune, recensendo mostre ed eventi culturali.

Ritratto Emilia Jacobacci

Emilia Jacobacci

1977, Roma

 

Emilia Jacobacci è una storica dell’arte, specializzata in Management dei beni culturali alla Scuola Normale di Pisa e a Milano in Comunicazione multimediale. Ha collaborato con il MLAC – Museo Laboratorio dell’Università di Roma La Sapienza e scritto saggi e contributi critici per la collana ArtisticaMENTE e Luxflux-prototype. Scrive di arte contemporanea dal 2001 collaborando con numerose testate tra cui Il Giornale dell’Arte, Flash Art, Arte e Critica, Exibart ed Artribune per cui ha recentemente ideato e cura la rubrica di fotografia Fotosintesi.

Schermata 2020 12 02 alle 12.57.26

Marta Kurzeder

1991, Sassuolo (MO)

 

Nata da famiglia italo-tedesca, si diploma a Modena in grafica e fotografia, approfondendo nello specifico la fotografia teatrale e la decorazione. Durante un periodo di studi in Germania si laurea in lingue e letteratura, approfondendo autonomamente e attraverso diversi workshop la pittura e sperimentando altri media. Nel 2019 torna in Italia e sente l’impulso di riprendere la fotografia e cercare nuove strade e mezzi espressivi. La sua ricerca visionaria indaga le origini archetipiche, esplora la teatralità della vita ed esprime la volontà di comunicare con culture e dimensioni lontane cercando pace e armonia. Un focus particolare è posto sull’esperienza del femminile. 

 

gabriele lei

Gabriele Lei

1986, Modena
Nasce nel 1986 a Modena, dove vive e lavora. Autodidatta, si avvicina alla fotografia per la prima volta nel 2007 in occasione di un viaggio a Tokyo, durante il quale rimane profondamente colpito dalle fotografie in bianco e nero di Daido Moriyama. Principali mostre personali e collettive: 2013 – Praha, Galleria Emilia Ruvida, Modena; Tokyo-To, Stray Dog, Reggio Emilia.

 

Immagine profilo Leonelli

Valentina Leonelli

1985, Lanciano (CH)
Nasce a Lanciano (Chieti) il 15 Luglio 1985, una ridente cittadina abruzzese. Nel 2004 si trasferisce a Milano per frequentare il triennio in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano, in quel periodo cresce in lei la passione per la fotografia che la porta a proseguire i suoi studi all‘Accademia di Belle Arti di Brera nel biennio di Arti Visive- Fotografia. Nel Marzo 2011 consegue la laurea proponendo come tesi un lavoro di arte pubblica dal titolo “te lo leggo negli occhi” che affronta la situazione giovanile oggi. Attualmente frequenta il master in Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.
La fotografia per lei è un mezzo con il quale indagare l’essere umano, il suo vivere all’interno della società ed il suo rapporto con il mondo naturale e tecnologico.
Attraverso il mezzo fotografico racconta il suo personale immaginario.
Vive e lavora a Lanciano e Bologna.

Ha partecipato alle mostre: The Summer show 2014, Fondazione Fotografia, Modena; The Kicking Boot, The contemporary side of Italy” 2011, a cura di Nadia Perrotta e Naomi Oduse, Londra (UK), Le Sorelle multifunctional art space on water; Tutti i mondi possibili 2011, mostra a cura di Nicholas Tolosa e Roberto Esposito Accademia dei Partenopei, Napoli, Chiesa di Santa Maria delle Periclitanti; Travel in Suburbs 2011, mostra a cura del Comune di Milano e WHITE, Milano; Te lo Leggo negli Occhi 2011, pubbliche affissioni, Milano; Immagini in Tasca 2010, mostra a cura di Mario Cresci, Bergamo, Festival Internazionale della Cultura; Vita!Vo Cercando 2010, mostra a cura di Luigi Radici, Bergamo, Associazione Tiatio.

AAAA9015 Modifica

Jana Liskova

Curatrice slovacca, vive e lavora a Bologna. Laureata in Didattica dell’arte e mediazione culturale del patrimonio artistico all’Accademia di Belle Arti di Bologna. In seguito, svolge attività di ricerca e curatela per progetti espositivi sia in Italia che all’estero. Ha collaborato alla preparazione di numerose mostre e cataloghi e, sotto il nome di Aperitivo Artistico, organizza regolarmente conferenze con artisti e professionisti dell'ambito. Selezione di mostre curate: In Arte Fioravanti (2015, Bologna), In Vagina Veritas (2016, Bologna), Familiari sconosciuti (2017, Bologna), Terézia Krnáčová: Legami (2017, Bologna), Album di famiglia (2018, Bologna). La sua attività si focalizza prevalentemente sugli artisti emergenti, contaminazione tra avanguardia e storia, mainstream e underground, analizzando e sostenendo nuove pratiche artistiche.

MG 9324 1bs

Stefano Mattea

Nasce a Ivrea nel 1988 e si laurea presso la facoltà di Giurisprudenza all’Università degli Studi di Torino. La sua formazione comprende un seminario sulla cultura fotografica presso lo studio di Maurizio Gjivovich a Ivrea, un corso di specializzazione di cultura dell’immagine presso lo IED di Torino e un percorso sulla progettazione fotografica presso la Jest di Torino. L’interesse principale del suo studio è l’immagine come strumento comunicativo nell’arte.

Ha realizzato reportage fotografici per festival culturali e musicali di caratura internazionale quali Club to Club, The Italian New Wave, VIVA Festival, Apolide, A Night Like This Festival. Questa ricerca viva sull’estetica del night clubbing e dei concerti si è impreziosita con la stretta collaborazione con l’underground elettronico di Ivreatronic, Outcast, Raven, Often e la documentazione dell’intero tour live di Cosmo.

Nel 2017 fonda LLum, collettivo di giovani fotografi torinesi con l’idea di diffondere la loro prospettiva fotografica un po’ sfocata e senza limita che li identifica.

e.

Filippo Luini2

Filippo Luini

1982, Tradate (VA)
Nasce nel 1982 a Tradate, Varese. Vive e lavora a Milano. Si laurea in Teorie della Comunicazione a Milano con una tesi in storia del cinema. Trascorre periodi di studio a Parigi, Madrid e Buenos Aires. Principali mostre collettive: 2013 – Disinganno, Galleria Metronom, Modena; Contemplative, PAC, Milano; Fotografia e parola, Galleria Ghigghini, Varese. Nel 2013 vince la menzione al Premio Prina.

1625623 10203816294637274 5819118753171932475 n1

Andrea Luporini

1984, La Spezia
Andrea Luporini inizia a interessarsi alla fotografia dopo gli studi universitari, utilizzando la macchina fotografica del padre.

Dopo un iniziale percorso da fotoamatore, ha cominciato la frequentazione e collaborazione con il circolo ARCI Btomic di La Spezia, in cui, grazie alla quotidiana osservazione della vita degli artisti che lo frequentano, ha potuto elaborare l’apparato etico e teorico che l’accompagna ancora oggi.

Nel suo lavoro sono frequenti i concetti spaziali appresi durante il corso di Geografia del professor Franco Farinelli all’università di Bologna, che si manifestano in un approccio alla fotografia vicino all’antropologia culturale, sia nel caso di ricerca documentale che introspettiva.

Prisca Magnani

Prisca Magnani

Romagnola, pur avendo sempre amato guardare la realtà attraverso un obiettivo, proviene dagli studi umanistici: laureata in Lettere classiche ha in seguito esplorato i campi della teologia e della filosofia come studiosa e ricercatrice, compiendo poi una decisa virata verso la fotografia come modo di stare al mondo.
Dopo il corso annuale in fotografia presso Spazio Labo’ a Bologna ha quindi scelto il Master di Fondazione Fotografia per addentrarsi con un autorevole filo d’Arianna nei labirinti dell’espressione visiva.
Ritiene che, mediante l’arte, sia possibile catturare il tempo che fugge, opponendosi alla labilità delle cose e conservando traccia di ciò che scompare.

tiziano mainieri

Tiziano Mainieri

1982, Bologna
Nasce nel 1982 a Bologna, dove vive e lavora. Dopo la laurea in Storia Contemporanea a Bologna si diploma in Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 2013 partecipa a una residenza d’artista presso il centro Stills di Edimburgo e alla residenza Baessa 1310-Lagorai fotografato presso Arte Sella. Principali mostrepersonali e collettive: 2013: Principianti, ex Ospedale Sant’Agostino, Modena; Contemplative, PAC, Milano; Prima Luce, Sala Dogana Palazzo Ducale, Genova; 2012 – Avanzi, Museo della Storia di Bologna, Bologna; Musei, bambole e altre storie, Spazio Labò, Bologna; OPENSTUDIO, Galleria Metronom, Modena.

46 Mambrin

Martina Mambrin

Nasce nel 1986 a Mantova, dove vive e lavora. Nel 2011 si laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Attualmente collabora come libero professionista presso studi di architettura e amministrazioni comunali in qualità di progettista e fotografa. Alcuni dei suoi servizi sono stati pubblicati su riviste e siti del settore – Interni n.625, Ottagono n.266, Topos n.86. Partecipa a concorsi nell'ambito della progettazione urbana e del restauro e ha curato tre mostre fotografiche personali.

rit mammarella piccolo2

Francesco Mammarella

1984, Lanciano (CH)
Abruzzese di nascita, si forma a Bologna dove nel 2011 consegue la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Contemporaneamente si avvicina al mondo della fotografia, vincendo il Concorso nazionale “La cultura del Mare” (IX ed.), sezione giovani, con la fotografia Bassa marea con faro. Nel novembre dello stesso anno espone nel progetto museale “Civil Art”, organizzato dall’Università di Chieti i lavori Afghanistan 1 e 2, indicativi di una poetica di impegno sociale e di riflessione etica. Successivamente viene selezionata l’opera Soff(i & z)itto, insieme ad altri nove artisti italiani, per la mostra “EAT”(Emergent Artists Trans-Mediterranean) presso il Nuovo Palazzo della Regione Lombardia. L’anno seguente diviene uno degli artisti della terza edizione di “Arte in Contemporanea” svoltasi a Modena e contemporaneamente partecipa ad una residenza organizzata dall’associazione Arte Sella e dal comune di Telve, in cui l’autore ha indagato i sentieri prima guerra mondiale in Valsugana. A settembre presenta, in occasione del Festival della Filosofia, l’opera Amor di sé: o distrazione o letargo, racconto fotografico dell’amare sé stessi nel terzo millennio.

portrait2

Silvia Mangosio

1988, Torino
Nasce a Torino nel 1988. Diplomata nel 2010 in fotografia all’Istituto Europeo di Design di Torino con una tesi sulla comunicazione e sul paesaggio realizzata a Lomé (Togo), si iscrive in seguito al corso di studi di antropologia all’Università degli Studi di Torino, percorso che interrompe l’anno seguente per dedicarsi completamente alla fotografia iscrivendosi al master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.

Nel frattempo, partecipa a una breve residenza sul colle del Gran San Bernardo con il Mountain Photo Festival di Aosta ed a una residenza di sei settimane a Edimburgo presso Stills Gallery.

Il progetto conclusivo del percorso biennale del master, Memoriamatic, vince il secondo premio Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Giovanni Mantovani

Giovanni Mantovani

1976, Manerbio (BS)
Nasce nel 1976 a Manerbio, Brescia. Vive e lavora tra Brescia e Modena. Si laurea in Arti Visive – indirizzo Fotografia – presso la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia. Principali mostre collettive: 2013 – Contemplative, PAC, Milano; 2012 – NF01/Passages, Galleria UCAI, Brescia; 2011 – Listen here anghelos 7’58, Castello di Torrechiara, Parma; 2010 – Premio Arti Visive San Fedele, Galleria San Fedele, Milano. Nel 2012 vince il Premio Combat per la sezione fotografia.

giacomo 1

Giacomo Maracchioni

1980, Modena
Nasce nel 1980 a Modena, dove vive e lavora. Nel 2005 si laurea in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano. Dopo la laurea lavora come assistente in uno studio di fotografia industriale per poi trasferirsi per cinque anni a Londra nel 2007.

Principali mostre collettive: 2013: (Un)Clothed, The Center for Fine Art Photography, Colorado; ArteinContemporanea, Galleria Emilia Ruvida, Modena; 2011 – Locating Home, Wallace Space, Londra.

 

stephanie marletta

Stephanie Marletta

1984, Catania
Nasce nel 1984 a Catania. Vive e lavora fra Torino e Modena. Si laurea in Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Catania. Nei suoi lavori utilizza la fotografia come mezzo d’espressione applicato al video, per indagare il concetto di deformazione nell’ambito della fruizione delle immagini e dei codici contemporanei.

 

Carolina Martines

Carolina Martines

1991, Forlì (FC)
Dopo aver frequentato il liceo classico, nel 2012 si iscrive al triennio di fotografia presso la Libera Accademia di Belle Arti di Rimini, dove focalizza la sua attenzione sulle diverse espressioni visive dell’arte contemporane , approfondendo i rapporti sia con la fotografia che con gli altri mezzi di comunicazione visiva.

Si laurea nel febbraio 2016 con una tesi e un progetto, tutt’ora in fase di sviluppo, dal titolo Souvenir, che analizza l’impatto delle tecnologie e della rivoluzione mediatica nella comunicazione e nella percezione delle immagini fotografiche.

Nel giugno dello stesso anno partecipa alla mostra collettiva Bruma curata da Marco Samorè, esponendo Sinestesia, un lavoro sul rapporto percettivo tra immagine, suono e spazio nell’era della digitalizzazione.

 

Schermata 2020 02 06 alle 11.51.19

Alice Mazzarella

1991, Foligno (PG)
Studia Filosofia presso l’Università degli Studi di Perugia. Lavora con l’associazione e casa editrice Viaindustriae in cui si occupa principalmente di gestione archivio, redazione e documentazione.

Silvia Mazzella

Silvia Mazzella

 

1993, Genova
Frequenta il liceo artistico Paul Klee di Genova e si avvicina al mondo della pittura e del disegno. Continua gli studi presso lo IED di Milano laureandosi in fotografia nel 2015. Il suo lavoro fotografico è incentrato sullo ‘storytelling’ utilizzando come base la fotografia e applicando poi varie tecniche e mezzi come la scrittura, pittura e disegno. E’ attratta da tutto ciò che è storia o che potrebbe diventarlo, dalle cose semplici, dai piccoli mercatini dell’usato fuori città, dall’odore della pioggia quando smette di scendere, dai cassetti chiusi di persone sconosciute, da domande a cui non smetterà mai di trovare una risposta diversa.

 

Schermata 2020 02 19 alle 16.45.07

Rita Meschiari

1994, Modena

 

Dopo aver intrapreso un percorso di studi a Milano per studiare Beni Culturali presso l’università Cattolica del Sacro Cuore, torna a Modena dove si dedica allo studio delle lingue, in particolare inglese, spagnolo e cinese. Ottenuta la laurea in Lingue e Culture Europee si divide tra il lavoro presso l’impresa di famiglia e la collaborazione con la galleria d’arte contemporanea Artesì.

rit mizzotti piccolo3

Simone Mizzotti

1983, Crema (CR)
Nasce a Crema nel 1983. Dal 2009 al 2011 frequenta la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia, dove si diploma con una tesi sui Villaggi Operai in Italia. Negli stessi anni approfondisce lo studio dei fotografi italiani degli ultimi decenni, dedicandosi ad una personale indagine sul paesaggio italiano.

Dal 2011 al 2013 frequenta il master di alta formazione sull’immagine contemporanea promosso da Fondazione Fotografia Modena.

Nell’estate del 2012 viene invitato a partecipare per due mesi al programma Artist in Residence presso il Centro de la Imagen di Lima Perù. Dal 2011 fa parte del collettivo Luoghicomuni.

Molta Erika

Erika Molta

Nel 2010 inizia i propri studi all’Università di Bologna, laureandosi nel 2013 in Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo con una tesi sui lavori fotografici di Luigi Ontani. In seguito si laurea nel marzo del 2016 in Arti Visive, presso lo stesso Ateneo, con una tesi che tratta di postmoderno, ritorno alla pittura e pratiche della citazione nell’arte degli anni Ottanta. 

Dal 2013 collabora con l’Associazione Bologna per le Arti, attiva specialmente nella promozione e divulgazione di arte bolognese.

rit Monaco piccolo2

Luca Monaco

1971, Lecco
Nasce a Lecco nel 1971.Vive e lavora tra Milano e Modena.

Dopo un periodo di studi in Filosofia all’Università Statale di Milano, sceglie un diverso percorso formativo diplomandosi all’Istituto Italiano di Fotografia di Milano.

Per diversi anni ha operato come tecnico luci per compagnie di teatro di Como, ha svolto attività di assistente fotografo in strutture e studi fotografici milanesi.

Fotografo freelance, si specializza nel settore dello still life.

Nel biennio 2011-13 frequenta e conclude il master biennale di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.

Exhibitions:

Summer show 2012_Ex ospedale Sant’Agostino_Modena : Exeunt

Commencement_summer show 2013_Ex ospedale Sant’Agostino_Modena: Ribellica

SiFest#OFF 2013_Savignano sul Rubicone_Forlì-Cesena: Ribellica

FestivalFilosofia 2013_Ex ospedale Sant’Agostino_Modena : Agli amic

IMG 9640

Elisa Moro

1994, Palmanova

 

Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l’Università di Trieste, matura contemporaneamente un interesse per la fotografia come linguaggio introspettivo e sociale. Inizia a lavorare presso uno Studio Fotografico di Udine come assistente e dopo il conseguimento della laurea decide di seguire la propria ricerca sull’essenza del singolo e, inscindibilmente del collettivo nell’ambito dell’immagine contemporanea.

Ritratto Paolo Munari Mandelli

Paolo Munari Mandelli

1983, Bologna

 

Scopre la fotografia quasi per gioco. La sua formazione in ambito fotografico inizia seguendo corsi professionali presso la John Kaverdash di Milano, specializzandosi in reportage, e comunicazione visiva e camera oscura. Sempre in quei anni inizia a collaborare con agenzie di fotogiornalismo a Milano, occupandosi di concerti, eventi e cronaca nera. La sua formazione prosegue negli anni successivi attraverso viaggi e diversi lavori, legati al mondo del reportage e fotogiornalismo. 

Giorgio Musinu

Giorgio Musinu

1990, Genova

Nel 2014 muove i primi passi nel mondo della fotografia con una Canon Ft degli anni 60. La preferenza del bianco e nero rispetto al colore è evidente fin da subito, avvalorata dal desiderio di descrivere persone e paesaggi in modo neutrale senza le eventuali distrazioni del colore.

Si iscrive all’Accademia professionale di fotografia a Genova, dove, nel 2016, completa gli studi con il massimo dei voti. Riconosce nella fotografia un fortissimo potere comunicativo che lo appassiona e lo spinge a indagare tutti gli aspetti che la compongono, anche particolari non immediatamente visibili. Decide quindi di dedicarsi totalmente alla fotografia d’Arte contemporanea usando per la realizzazione delle sue opere sia materiale digitale che analogico.

Con l’analogico, realizza il giusto equilibrio sia in ripresa che in camera oscura dando a ciascuna fotografia la giusta attenzione e valorizzazione, rifinendola nei minimi dettagli come una vera e propria scultura.

OrlandoMyxx2015 2

Orlando Myxx

1974, Dolo (VE)
Nato nel 1974 in provincia di Venezia, comincia a fotografare a 8 anni con una Pentax MX.

Consegue una laurea in Filosofia e segue un Master in Etica d’Impresa. Lavora per 10 anni in Banca Etica nell’ambito della Corporate Social Responsability.

Sostanzialmente autodidatta, dopo un lungo periodo di abbandono della pratica fotografica, decide di riattivare un’antica passione sviluppando un percorso di studi in cui si confronta con diversi generi fotografici, diversi stili e diversi maestri, fra cui Enrico Bossan, Francesco Jodice e Simon Roberts.

Segue un corso di Art Training con Daniela Polin, docente del metodo Disegnare con la Parte Destra del Cervello.

Dal 2013 lavora al tema del Gender, realizzando con il poeta Giovanna Frene il progetto poetico-fotografico Maschilità XX, tutt’ora in corso.

Isabella Nardon

Isabella Nardon

Diplomata presso l’Istituto d’Arte di Trento decide di spostarsi a Venezia per frequentare l’Accademia di Belle Arti dove si laurea nel 2017 in Nuove Tecnologie per le Arti Visive, con una tesi che indaga lo spazio che ci circonda e il tentativo di perdersi in esso per decostruirlo. Durante il percorso di studi partecipa al programma Erasmus presso l’Akademia Sztuk Pieknych di Varsavia, dove ha modo di interfacciarsi con la fotografia di reportage e la sperimentazione in camera oscura. 

Interessata ai diversi linguaggi e all’interazioni tra essi, dal 2016 inizia un rapporto di collaborazione con Boccanera Gallery tuttora attivo e fonte di scambio.

Milena Emanuela Nicolosi2

Milena Emanuela Nicolosi

1977, Catania (CT)
Nasce nel 1977 a Catania, città in cui vive e lavora.
Nel 2015 consegue la laurea specialistica in Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Catania.
La storia, le tradizioni, l’architettura, i paesaggi e la calda luce della Sicilia sono da sempre parte integrante della sua ricerca artistica sia in ambito fotografico che video.

Francesco Paglia

Francesco Paglia

1983, Portomaggiore (FE)
Nato in Emilia nel 1983, dopo aver fatto studi artistici, ha frequentato il corso di fotografia all’Istituto Europeo di Design di Milano.

Un approccio analogico al digitale, è così che descrive il proprio rapporto con la fotografia.

In tal senso, nelle sue ricerche, utilizza media legati all’attualità.

Considera la fotografia il più libero, reale e completo medium che sintetizza l’evoluzione artistica dell’essere umano, riassumendo tutte le sperimentazioni e i traguardi avvenuti in questo contesto.

Nell’etimologia di foto – grafia si deduce che la luce é la materia di cui é fatta; la luce é anche la materia fondamentale che sta alla base della vita, infatti la fotografia traduce la voce della vita tramutandola in immagini.

Per questo, si può definire la figlia di tutte le arti.

Andrea Palummo

Andrea Palummo

1987, Pisa
Si interessa alla fotografia nel 2012, il suo primo approccio è di tipo tecnico, e dopo un breve periodo da autodidatta, si iscrive al corso di Fotografia della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze. Diplomandosi a pieni a voti, parallelamente lavora, tra Italia e Inghilterra, come assistente freelance presso vari professionisti nell’ambito della fotografia commerciale, collabora come fotografo con l’ agenzia di comunicazione Cohn & Wolf di Londra, la casa editrice ETS di Pisa, la Fondazione Studio Ragghianti di Lucca. Tematiche importanti sono l’analisi e osservazione dell’elemento umano e le tante sfaccettature comunicative del mezzo fotografico.

Schermata 2020 02 06 alle 11.55.56

Alessandro Partexano

1993, Modena (MO)
Nato a Modena, dove si diploma all’istituto Tecnico Commerciale, si avvicina alla fotografia da bambino e inizia a praticarla in adolescenza da autodidatta. Contemporaneamente pratica calcio a livello agonistico nel Modena F.C. Predilige la fotografia di paesaggio, di reportage, e street photograpy. Nel 2013 smette di praticare calcio agonistico e l’anno successivo frequenta un corso annuale di fotografia presso lo Spazio Labò a Bologna. Successivamente si iscrive al master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia di Modena, che attualmente frequenta.

PaolaPasquaretta 1

Paola Pasquaretta

1987, San Severino Marche (MC)

Nasce nel 1987 a San Severino Marche, Macerata. Vive e lavora tra Civitanova Marche e Modena. Si laurea in Arti Visive allo IUAV di Venezia con una tesi sulle pratiche curatoriali applicate agli spazi espositivi privati. Principali mostre collettive: 2014 – GE/14. Altro dalle Immagini, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; 2013 – Principianti, Ex Ospedale Sant’Agostino, Modena.

Zoe Paterniani

Zoe Francesca Paterniani

1991, Pesaro (PU)
Dopo la laurea in Storia della fotografia conseguita nel 2013 presso il DAMS di Bologna, con una tesi che mette a confronto i contributi teorici e le fotografie di Luigi Ghirri, frequenta il corso di laurea magistrale in Arti visive, performative e mediali presso l’Università di Bologna, cui affianca diverse collaborazioni con gallerie d’arte contemporanea.
Nella sua ricerca, l’immagine è intesa come esito di un processo performativo e di un’esperienza relazionale: in questo senso la fotografia diventa anche una pratica strettamente quotidiana condotta nello spazio a-progettuale del diario condiviso.

Paola Paternoster2

Paola Paternoster

1994, Melfi (PZ)

 

Nata e cresciuta in un paesino della Basilicata, subito dopo il diploma si trasferisce a Bologna iniziando il suo percorso universitario presso la facoltà di Filosofia dove si laurea nel 2019. Durante la preparazione della tesi inizia a lavorare come educatrice in una comunità educativa di ragazze minorenni, coltivando la passione per la fotografia e la pittura.

anna pavone

Anna Pavone

1989, Sassuolo (MO)
Nasce nel 1989 a Sassuolo, Modena, dove vive e lavora. Si diploma in Grafica Pubblicitaria presso l’istituto artistico Venturi di Modena. Nella sua ricerca dà voce, attraverso la fotografia e il video, alle diverse espressioni della fragilità umana.

Alessio Pecorari Foto Sito

Alessio Pecorari

1992, Modena

 

Studia al Liceo Scientifico e si trasferisce a Roma a 18 anni, per frequentare l’accademia CIAPA di Gisella Burinato, delineando la carriera attoriale. Nel 2013 partecipa allo stage di Franco Fontana al Toscana Foto Festival. Selezionato dalla FIAF realizza a 21 anni la prima mostra fotografica a Fanano (MO), a cui segue un’esposizione a Modena. Lavora in campo cinematografico con Paolo Sorrentino, Federico Moccia, Jules Williamson. Vive fra Modena e Roma, mantenendo attiva la sua curiosità e formazione artistica.

027 Simone Pellegrini

Simone Pellegrini

1993, Frascati (RM)

Matilde Piazzi

Matilde Piazzi

1985, Bologna

 

Si laurea in Storia dell'Arte Contemporanea nel 2009. Nel 2012 frequenta il Central Saint Martins College di Londra. L’anno successivo vince una borsa di studio e lavora come tutor allo IED di Milano. Mescola la pratica fotografica alla ricerca, fatta di indagini tra immagini esistenti e studio storico critico. Dal 2016 lavora come curatrice presso il proprio spazio Piedàterre Studio, organizzando mostre di arte politica, collaborando con festival come Gender Bender, IT.A.CA’ Festival e Set Up +, il circuito off di ArteFiera.

Pinardi

Irene Pinardi

1988, Ponte dell'Olio (PC)
Vive e lavora a Pieve di Cento (Bo). Nel 2013 si laurea in Pittura, presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, con una tesi sull’ “errore fotografico” come mezzo di sperimentazione nella pratica artistica. Attualmente frequenta il master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena

13254810 10209672005506940 9137851242529191669 o

Chiara Pirra

È una fotoreporter italiana impegnata in progetti che affrontano tematiche sociali e di attualità.

Nel 2014 ha frequentato il Master di Fotografia presso lo IED di Torino, successivamente si iscrive all'edizione 2018 del corso ICON.

Federika Ponnetti

Federika Ponnetti

1974, Roma (RM)
Maturità classica, laurea in giurisprudenza e titolo da avvocato come percorso “ufficiale”. In picchi di stress da questo percorso già tracciato, prima frequenta a Milano un corso post laurea in comunicazione nella moda e in seguito si dedica per un anno all’attività creativa. Vive a Roma (con la valigia in mano appena può) fino a 29 anni, quando si trasferisce a Modena per amore. Fino alla nascita dei figli riesce a proseguire ufficialmente da avvocato e part time da artista. A 36 anni e due figli decide di dedicarsi ad un lavoro più creativo e inizia un’avventura imprenditoriale rilevando un marchio di abbigliamento per il quale prima si occupa dell’immagine e dello sviluppo dei mercati, poi anche dello stile. Dopo quattro anni questa esperienza finisce e, dopo una profonda riflessione, decide di tornare al filo conduttore della sua vita sin dai 14 anni, la fotografia, iscrivendosi al master di Fondazione Fotografia Modena.

Federica Porro Foto Pagina Personale

Federica Porro

Diplomata nel 2013 presso il Liceo Scientifico della sua città, inizia il suo percorso formativo iscrivendosi a Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Milano, prosegue poi gli studi a Siena e Berlino. Si laurea nel marzo 2017 portando una tesi sul rapporto che intercorre tra fotografia e letteratura dal titolo Sguardi in cerca di voci, che la porta a focalizzarsi sullo studio del linguaggio dell'immagine. Conseguita la laurea decide di dedicarsi a tempo pieno alla fotografia: nell'aprile dello stesso anno frequenta un corso di sviluppo in camera oscura con il fotografo italiano Stefano Bernardoni, e occasionalmente lavora come freelance. Nel settembre 2017 organizza e cura la sua prima mostra personale, Flora Umana, in collaborazione con la poetessa Celina Dzyacky, presso l'orto botanico di Pavia. Per continuare le sue indagini sull'immagine fotografica e migliorare la fotografia come pratica decide di iscriversi al master di alta formazione sull'immagine contemporanea.

previti 2

Fabrizio Previti

1996, Messina

 

Negli anni del liceo matura una propensione verso studi umanistici. Uscito da scuola lavora per due anni e solo alla fine dell’esperienza lavorativa, si iscrive al DAMS di Bologna, dove consegue la laurea triennale, dedicandosi alla fotografia da autodidatta.

ritrattoOK

Eleonora Quadri

1986, Bergamo
Nasce nel 1986 a Bergamo, dove vive e lavora. Dopo la laurea in Lettere Moderne si specializza in Arti Visive a Bologna. Nel 2013 partecipa a due residenze d’artista, la prima presso l’Atelier A di Apricale, Imperia, e la seconda presso il centro Stills di Edimburgo. Principali mostre collettive: 2013 – Aperto 2, Castello di Apricale, Apricale, Imperia; Principianti, Ex Ospedale Sant’Agostino, Modena.

Alex Rabitti

Alex Rabitti

1991, Scandiano (RE)
Dopo la maturità liceale artistica si iscrive all’ISIA di Faenza, istituto specializzato nel
Design del Prodotto. Durante gli anni universitari si confronta con diverse materie progettuali
e teoriche e frequenta con regolarità corsi e workshop acquisendo una formazione ampia e flessibile.
Dopo la laurea triennale decide di proseguire gli studi nel medesimo istituto, e consegue la laurea
specialistica nel febbraio 2016, con il progetto fotografico ‘Derive Architettoniche’.

Schermata 2020 02 06 alle 12.00.17

Clelia Rainone

1989, Foggia (FG)
Muove i primi passi laureandosi in Nuove Tecnologie dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia e prosegue gli studi a Torino all’Accademia Albertina di Belle Arti. Qui approfondisce l’interesse per la fotografia partecipando a corsi (Get Inspired presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo), esposizioni (Who Art You?, Incorporeo nell’ambito del FISAD) e lavorando sul campo.

Chiara Francesca Rizzuti

Chiara Francesca Rizzuti

1991, Cremona
Si avvicina alla fotografia durante gli studi classici, dopo aver partecipato a diverse edizioni del Giffoni Film Festival. Successivamente frequenta il DAMS di Bologna, con un percorso tra cinema e arte, laureandosi in semiotica e portando avanti la fotografia come studio autodidatta.

La curiosità e la volontà di approfondire un discorso di autorialità e ricerca la spingono a iscriversi al corso annuale di Spazio Labò, dove partecipa a diversi workshop, dalla fotografia di viaggio alla ricerca di Federico Clavarino. A giugno, ha l’occasione di studiare a Brooklyn con Michael Ackerman, grazie a Photo Workshop New York.

Dal 2016 è coo-fondatrice del collettivo ContAnima, insieme a Davide Ghelli Santuliana e Alberto Masacci.
La sua ricerca verte sulla molteplicità dei media, spaziando dall’archivio all’analisi del digitale, ma la curiosità di approfondire ulteriori studi la porta a iscriversi al Master di Fondazione Fotografia.
Attualmente vive e lavora a Bologna.

romeo e1490179323349

Gabriele Romeo

Nasce nel 1983 a Palermo, vive e lavora a Venezia.

Dopo gli studi di mosaico a Monreale e la laurea al DAMS presso l’Università agli Studi di Palermo, nel 2009 si specializzato in Storia dell’Arte Contemporanea all’Università di Bologna. Dalla Regione Sicilia consegue la qualifica come Esperto nella Gestione dei Beni Culturali. Nel 2008 si reca a Parigi per curare un progetto sulle scenografie di Anselm Kiefer. Nel 2009 è all’IVBC di Venezia. Autore del libro Remembrance su Larrio Ekson, presenta diverse mostre su artisti quali Eugenio Carmi e Giorgio Celiberti.

Nel 2015 riceve il riconoscimento "Golden Age", con distintivo d'onore, da parte del Ministero della Cultura Bulgara ed avvia una intensa collaborazione con l'Istituto Bulgaro di Cultura a Roma.

Dal 2016 collabora con ARTE NETWORK - Sky 918 conducendo interviste ad artisti contemporanei (Francesca Lo Schiavo, Dante Ferretti, Giulio Paolini, Alessia Bulgari, Marina Abramovic).

Ha collaborato a progetti curatoriali organizzati presso diverse città italiane ed europee: alla Biblioteca Casanatense di Roma; all'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino; al C.A.R. Contemporary Art Ruhr di Essen.

Nel 2017 sarà co-curatore del Padiglione Bolivia alla 57a Biennale d'Arte di Venezia.

Michela Ronco

Michela Ronco

1989, Torino
Nasce nel 1989 in provincia di Torino e passa l’infanzia nella natura delle colline. Durante gli anni al Primo liceo artistico si appassiona alla scultura grazie al maestro Luigi Farina. Nel 2014 si laurea in Architettura al Politecnico di Torino con una tesi di ricerca fotografica del paesaggio calabrese, accostando l’odierno urbano ai testi del diario di viaggio di Justus Tommasini che nel 1825 percorre a piedi le coste della Calabria.

Bartolomeo Rossi

Bartolomeo Rossi

Diplomato presso l’istituto tecnico per geometri della sua città, decide poi di spostare l’attenzione verso la comunicazione attraverso i nuovi media laureandosi nel 2016 in Scienze e Tecnologie Multimediali presso l’università degli studi di Udine. 

Dopo la laurea lavora come fotografo freelance collaborando con studi e fotografi, iniziando un percorso di ricerca fotografica sulla sua regione. 

Nel luglio 2016 partecipa ad un workshop con il fotografo italiano Giovanni Marrozzini, che lo porta a sviluppare un particolare interesse verso la fotografia documentaria e narrativa.

Decide quindi di iscriversi al master di alta formazione per indagare e lavorare sul proprio linguaggio fotografico. 

Ruberti

Chiara Ruberti

Nasce nel 1981 a Pisa, vive e lavora a Firenze. Dopo la laurea specialistica in Storia dell’Arte presso l’Università di Pisa, collabora per sei anni con la Fratelli Alinari. Fondazione per la Storia della Fotografia di Firenze prima come assistente al direttore scientifico per i progetti espositivi, poi come responsabile dei progetti editoriali. Parallelamente lavora in contesti indipendenti: per le ultime tre edizioni di Private Flat. Arte contemporanea in spazi privati cura le collettive Situa(c)tion (2009), Effetti postbabelici (2010) e Strange Fruit (2011); nel 2013 realizza insieme a Trial Version, progetto espositivo e urbano patrocinato e sostenuto dal Comune di Firenze, le mostre Area 240, in collaborazione con la Fondazione Studio Marangoni e I lottatori, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Firenze e FUA - Florence University of Art.

Salvatore

Agnese Salvatore

Nasce nel 1974 a Benevento, vive e lavora tra Modena e Venezia.
Studia lingua e letteratura turca presso l’Università degli Studi di Napoli e segue laboratori di progettazione e allestimento presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli. Tra il 2002 e il 2010 si trasferisce a Perugia dove collabora all’organizzazione di mostre con l’Università per Stranieri, l’Accademia di Belle Arti e Umbria Jazz Festival, per il quale cura esposizioni fotografiche.
Collabora con Ikona Gallery a Venezia.

Ritratto Sara Sani3

Sara Sani

Nata a Modena nel 1984. Nel 2008 si è trasferita a Barcellona per iniziare una carriera come fotografa autodidatta nel campo della moda.  

Da lì ha cominciato a viaggiare e ha vissuto per dieci anni tra Parigi, Los Angeles, Londra, New York e Tokyo. Questo l’ha portata a lavorare a livello internazionale con diverse riviste, agenzie di comunicazione e marchi di moda street e skate. Nel 2018 ha vinto una borsa di studio per il Master di alta Formazione di Fondazione Modena Arti Visive.

44 Sani

Francesca Sani

Nasce nel 1986 a Siena, dove vive e lavora.
Dopo la laurea in storia della fotografia presso la facoltà di Storia dell’Arte dell’Università degli Studi di Siena, comincia a lavorare per alcune gallerie di arte contemporanea italiane, tra le quali Photology e Marco Rossi Artecontemporanea, con le quali prosegue tutt’ora la collaborazione.

030 Sara Savorelli

Sara Savorelli

1991, Rimini
Si appassiona fin da giovane alla fotografia frequentando diversi corsi a Ravenna, città in cui vive e lavora. Si laurea in fotografia presso la Libera Accademia di Belle Arti (LABA) di Rimini con una tesi sul viaggio metaforico nei campi dell’arte e della fotografia, in termini non convenzionali. Attualmente vive tra Ravenna e Modena, dove frequenta il master di alta formazione sull’immagine contemporanea presso Fondazione Fotografia. Utilizza la fotografia come unico mezzo di espressione, con il quale indaga ambienti naturali e antropizzati per portare la mente su diversi territori e dimensioni altre.

43 Scarzella

Maddalena Scarzella

Nasce nel 1984 a Ponte dell’Olio (PC), vive e lavora a Milano. Nel 2010 si laurea in architettura presso la facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano. Nel suo percorso formativo privilegia gli ambiti di applicabilità del sapere architettonico: allestimenti, design e fotografia. Seguendo questo filone di ricerca frequenta: nel 2005 due corsi di fotografia presso l’International School of Photography di New York, nel 2008 un corso di Fotografia dell’Architettura presso il Politecnico di Milano e nel 2013 un corso di Storia della Fotografia presso l’Università Statale di Milano. Dal 2010 partecipa per due anni alla redazione dell’Almanacco dell’Architetto a cura della Fondazione Piano per l’editore Proctor, seguendo prevalentemente la ricerca iconografica. Nel 2012 collabora al progetto di allestimento del nuovo Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara.

Nel 2014 collabora con Admira, agenzia dedicata all’organizzazione di mostre fotografiche curate da Enrica Viganò. Dal Gennaio 2015 è responsabile della Galleria Carla Sozzani di Milano. Nel 2017 prende parte alla giuria del Foam Paul Huf Award.

Matteo Schiavoni3

Matteo Schiavoni

1993, Giulianova (TE)

 

Laureato in Grafica e Progettazione presso l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila approfondisce gli studi del linguaggio fotografico nell’ambito della mobile photography e dell’immagine contemporanea nell’era della rimediazione digitale dei new media e dei social network. Collabora come grafico e fotografo freelance per alcune aziende del capoluogo abruzzese.

news picture

Cristina Serra

1972, Novara
Nasce a Novara nel 1972. Dopo gli studi artistici si laurea presso il Politecnico di Milano. Architetto, nel 2008 si avvicina alla fotografia per la realizzazione di un progetto professionale; da allora inizia un’attività di ricerca e sperimentazione in questo ambito. Nel biennio 2011/2013 frequenta il master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena. Attraverso il linguaggio visivo si propone di indagare le connessioni tra spazio, identità e tempo.

Sita Ilaria

Ilaria Sita

Nasce in provincia di Modena nel 1990 e attualmente risiede a Castelfranco Emilia. Cresciuta in un ambiente familiare che ha fatto e fa della fotografia il cardine non solo del lavoro ma della vita, nel 2012 si laurea in Lingue e Culture Europee presso l'Università di Modena e Reggio Emilia e nel 2013 frequenta un Master in Comunicazione e Giornalismo di Moda a Roma.

Rientrata in Emilia dopo un periodo di formazione in un ufficio stampa del settore a Milano, inizia numerose collaborazioni con aziende ed enti del territorio modenese, che le permettono di approfondire quegli interessi artistici che l’hanno sempre accompagnata nel percorso di crescita. Social media manager e copywriter part time, vulcanica mente creativa full time, per l’Associazione castelfranchese Pro Loco, ha curato la mostra fotografica “Pasolini a Castelfranco Emilia. La Trilogia della Vita” (2016).

Nel 2016 ha svolto un tirocinio formativo presso la redazione dell’art magazine Exibart, con cui continua a collaborare.

51

Giulia Solia

1990, Torino
Nasce nel 1990 a Torino dove si è diplomata allo IED in fotografia. Attualmente vive tra Modena e Torino dove affianca alla ricerca personale, il lavoro da fotografa e da assistente.

valentina

Valentina Sommariva

1986, Milano
Nasce nel 1986 a Milano, dove vive e lavora. Dopo la laurea in Architettura, studia Design del Prodotto a Londra. Lavora come fotografa di architettura d’interni e ritratti per l’editoria. Principali mostre collettive: 2014 – GE/14. Altro dalle Immagini, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; 2013 – Finalisti Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee, Villa Bardolini, Pieve di Soligo, Treviso; Principianti, Ex-Ospedale Sant’Agostino, Modena; Baessa 1310-Lagorai fotografato; ArteinContemporanea, Galleria 42, Modena; 2012 – Fotografia e parola, Galleria Ghigghini, Varese. Nel 2012 vince il Premio Riccardo Prina.

MG 8541

Livia Sperandio

1991, Foligno
Nel 2010 dopo aver conseguito la maturità classica, si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia, indirizzo Beni ed Attività Culturali, dove si laurea nel 2013 con una tesi che affronta i problemi attributivi nei cicli pittorici cinquecenteschi.

Nel 2014 frequenta l’Accademia di Fotografia John Kaverdash a Milano, partecipando ai corsi di fotoritocco, tecnica fotografica di base e fotografia di moda.

Si avvicina inoltre alla fotografia di scena grazie alla collaborazione con Umbria Jazz.

Marco Tagliafico

Marco Tagliafico

1985, Alessandria
Durante un percorso lavorativo durato dieci anni studia fotografia come autodidatta. Nel 2015 approfondisce i suoi studi partecipando ad un corso di fotografia annuale a Genova. Dal 2016 è uno studente del Master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.

Nel 2017 è finalista del bando “How do you want to be governed” di Fondazione Cassa di Risparmio Modena e partecipa alla mostra “10 years old”. In seguito alla selezione, l’opera Gubernum entra nella collezione permanente della Fondazione.

Julia Tikhomirova

Yulia Tikhomirova

1981, San Pietroburgo (Russia)
Laureata in Scienze della comunicazione all’Università Statale di San Pietroburgo e in Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha frequentato il Corso di Alta Formazione per Photo Editing organizzato dal settimanale Internazionale a Roma. Tikhomirova inizia la sua carriera giornalistica a San Pietroburgo pubblicando materiali sull’arte per varie testate. Successivamente diventa redattrice della sezione culturale del mensile russo-tedesco St-Petersburgische Zeintung. Ha trascorso tre anni in Svizzera a Berna lavorando presso Swiss Radio International in qualità di redattrice. Trasferendosi in Italia si concentra sul lavoro curatoriale e collabora con varie realtà fotografiche (Fotodepartament, TerraProject, 10b Photography Gallery, Scuola di fotografia di Rodchenko, Interzone Galleria, PaolettiFoto, Passion&Profession). Cura mostre e workshop fotografici per YarT Photography e si occupa del progetto

Tomassini

Jacopo Tomassini

1979, Roma
Vive e lavora tra Roma e Modena. Ha alternato e portato avanti negli anni sia la passione per la fotografia che quella per il cinema.
Si è laureato in storia e critica del cinema all’Università di Roma “La Sapienza” con una tesi monografica su Aki Kaurismaki.
Ha cominciato a fotografare durante l’adolescenza e continuato seguendo dei corsi di stampa b/n tenuti da Andrea Calabresi. E’ stato assistente degli artisti Corrado Sassi e Angela Marzullo.
Ha esposto i propri lavori fotografici in diverse mostre collettive tra cui: Festival Misticanza, 2010, San Casciano dei Bagni; Fotografia Festival Internazionale di Roma, Circuito, “Service”; “E così ci ritrovammo all’alba nel porto di le Havre”, VertigoArte Cosenza, collettiva.
Nel cinema ha fatto l’assistente alla regia, l’aiuto regista e il filmaker collaborando con: Valeria Golino, Edoardo Winspeare, Vincenzo Marra, Alessandro Angelini e Claudio Noce.
Ha realizzato diversi cortometrggi e documentari, l’ultimo del 2013 si intitola “ Sorella Greta e famiglia”.

irene tondelli

Irene Tondelli

1987, Carpi (MO)

 

Diplomata in Fotografia alla LABA di Brescia e abilitata come Art director all’Accademia di Comunicazione di Milano, il suo lavoro oggi si concentra sulla fotografia documentaria e di paesaggio. Le sue immagini sono state incluse in diverse collettive come The Vernacularof Landscape a New York, Un Paese Ci Vuole a cura di Terra Project e selezionate come Editor’s pick ai Sony World Photography Awards 2019. È citata tra i 100 fotografi emergenti europei in Fresh Eyes Book 2019, curato da Gup Magazine.

foto TRAVIERSO

Luciana Travierso

Vive e lavora a Bologna in ambito museale e turistico in seguito ad importanti esperienze lavorative all'estero come assistente curatrice presso la galleria d'arte SO Fine Art Editions di Dublino. Cresciuta tra pallavolo e musica indie, si è laureata in Storia dell'Arte presso l' Università di Bologna nutrendo una grande passione verso la fotografia. Nel 2014 infatti, spinta dal desiderio di condividere il suo punto di vista nei riguardi dell'arte fotografica, apre un blog dal nome decisamente bressoniano: Immaginaredalvero. Periodicamente pubblica interviste, recensioni e viaggi in Italia e in Europa sempre alla ricerca di nuovi stimoli per diventare magari un giorno un punto di riferimento per una nuova fotografia.

Fiorenza Triassi

Fiorenza Triassi

1995, Napoli

 

Dopo la maturità classica si diploma in Graphic Design presso l’ILAS di Napoli e successivamente in Fotografia presso l’ISFCI di Roma. Il suo ultimo lavoro Oblivion è stato esposto durante la sesta edizione del festival Castelnuovo Fotografia. 

Tommaso Valli

Tommaso Valli

Dopo il diploma al liceo scientifico A. Avogadro si trasferisce a Torino per studiare Ingegneria della Produzione Industriale al Politecnico. In seguito alla laurea triennale e un’esperienza lavorativa a Barcellona, si avvicina al mondo della comunicazione multimediale concludendo il suo percorso di studi presso la facoltà di Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione.

Si avvicina in questo periodo al mondo del documentario lavorando presso la redazione di Vice Media a Città del Messico. Attualmente vive tra Torino, dove lavora come videomaker freelance, e Modena

MG 9374 1bs

Valentina Varoli

Il suo percorso di studi inizia a Trento dove frequenta il corso di laurea triennale in Beni Culturali e scopre l’interesse per la fotografia. Dopo la laurea, si trasferisce a Firenze per seguire il corso magistrale in Storia dell’Arte, specializzandosi in Storia della Fotografia.

Nel frattempo inizia a collaborare con il Museo Nazionale della Montagna di Torino dove ha la possibilità di approfondire la passione per la fotografia e la montagna.

Queste due passioni sono confluite in Dolomites Stories, un progetto di valorizzazione del territorio dolomitico che, nato dalla collaborazione con un fotografo, unisce fotografia e narrazione.

ena.

img

Giorgio Varvaro

All’età di 24 anni si diploma in Fotografia e nuovi media presso l'Accademia italiana di Firenze. Finiti gli studi, si dedica all’approfondimento del proprio linguaggio realizzando in circa 1 anno il progetto Sud:Sicilia Sudtirol con cui vince il premio miglior portfolio al Gibellina Photo Road. Caratteristica peculiare dei suoi lavori è l’uso del banco ottico e le modalità di fruizione dell’immagine. I suoi interessi spaziano dall’antropologia alla musica, all’astronomia e alla scienza in generale. Sperimenta tecniche fotografiche analogiche presso “La Codda” residenza nei pressi di Castelvetrano (Sicilia), terra a cui è profondamente legato.

 

Vercelli Silvia

Silvia Vercelli

Nasce nel 1989 a Torino, dove attualmente vive e lavora.

Architetto di formazione, si laurea presso il Politecnico di Torino con una tesi magistrale incentrata sul tema della costruzione dell’immagine del paesaggio montano contemporaneo.

Da sempre aperta a stimoli eterogenei, predilige la fotografia come strumento di ricerca.

Al momento lavora come libero professionista e nel 2015 ha dato vita a [un]linear, piattaforma di ricerca e progettazione.

Vero Federica

Federica Vero

Nasce nel 1988 a Ragusa, dove attualmente vive e lavora. Nel 2012 si laurea con il massimo dei voti in Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Contemporaneo all’Accademia di Belle Arti di Catania e nel 2015 consegue il Diploma Accademico di secondo livello in Fotografia con una tesi sperimentale sull’uso della fotografia in ambito clinico e psicanalitico.

Nel 2009 partecipa al progetto TRANS305 impegnato nella rivalorizzazione dell'area urbana del Plateau BIA a Ivry-sur-Seine nella periferia di Parigi.

Nel 2011 lavora come catalogatrice presso l’archivio del Teatro Vincenzo Bellini di Catania, per conto della Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali.

Da sempre innamorata dell’arte, dello spettacolo e della musica, i palchi, i concerti e gli eventi culturali di ogni tipo diventano oggi il suo habitat naturale: realizza reportage fotografici e collabora con importanti manifestazioni locali e nazionali (Ragusa Foto festival, A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa, Ibla Buskers, Le scale del Gusto).

 

Antongiulio Vergine

Antongiulio Vergine

1990, Campi Salentina (LE)

 

Ha conseguito la laurea in Arti Visive presso l’Università di Bologna. Nel 2017-18 collabora con la Galleria d’Arte Maggiore g.a.m. di Bologna, mentre nell’estate del 2019 con il MUMA – Museo del Mare Antico di Nardò (LE). I suoi interessi vertono sulle differenti forme espressive con le quali si manifesta l’arte contemporanea, con una particolare attenzione verso le pratiche video-fotografiche, performative e concettuali. Scrive per ATPdiary e Juliet Art Magazine.

Sara Vighi

Sara Vighi

1969, Reggio Emilia (RE)
Ha studiato Lettere classiche all’Università di Bologna e ha esperienze professionali in ambito archeologico, museale ed editoriale. Tra i principali interessi e temi di indagine vi sono la geografia, soprattutto quella dell’anima, mediata dalla soggettività, che attraverso le esperienze e le relazioni personali è in grado di ridefinire i confini e le peculiarità dei luoghi; e la scrittura, considerata un modello estetico per il bianco e nero digitale, per il suo aspetto essenziale e bidimensionale (una traccia scura su una superficie chiara), ma scrittura intesa anche come racconto, progetto, testimonianza. Da qualche anno, ha iniziato la ricerca Geoiconographies, dedicata allo spazio esterno dei centri abitati maggiori e minori, in Italia e in Europa.

Viviana Vitale

Viviana Vitale

1993, Monza (MB)
Si diploma in Grafica all’Istituto d’Arte di Monza e in seguito frequenta il triennio di Nuove Tecnologie dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, dove approfondisce l’interesse verso i nuovi media e l’interazione fra essi. Questi nuovi mezzi entrano così a far parte della sua ricerca formale ed espressiva.

Riccardo Vurchio

Riccardo Vurchio

1989, Trani (BT)

 

Nasce a Bari, si divide tra la Puglia e Modena dove consegue la laurea in Economia e marketing internazionale. Per alcuni anni scrive di politica ed economia per un think-tank chiamato Lo Spazio Della Politica. Prosegue gli studi con la Specialistica in Economia e politiche pubbliche. Durante gli anni dell'università scopre una grande passione per la fotografia, tanto da approfondirne pratica e studio.

Arianna Zannoni

Arianna Zannoni

1989, Marostica (VI)
Si è laureata nel 2014 in Arti Visive Contemporanee al Biennio Specialistico dell’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia con tesi dal titolo “Corto Circuito, e un istante dopo è ancora l’inizio”, un’analisi sull’idea di ciclicità e tempo. Nel 2012, nell’ambito del progetto Erasmus, ha frequentato l’Ecole Superieure d’Art Clermont Métropole a Clermont-Ferrand in Francia. Nel 2011 ha aderito e partecipato al gruppo di giovani artisti del project space “Spazio Qasba” di Brescia.

bea nbkyikesjpg2

Beatrice Zerbato

1994, Verona

 

Dopo il liceo si trasferisce a Torino per frequentare il ramo cinema del corso di laurea triennale DAMS, in cui si laurea nel 2018 con una tesi sperimentale sul riutilizzo degli archivi fotografici. Ad oggi la sua ricerca in ambito fotografico si è concentrata sull’importanza degli archivi in un’epoca digitale. 

Palermo368

Manfredi Zimbardo

Manfredi Zimbardo nasce a Palermo il 5 Settembre 1993. Nel 2014 si avvicina per la prima volta alla fotografia.

Nello stesso anno inizia gli studi all’Istituto Europeo di Design (IED) a Roma. Innamorato delle immagini dei paesaggisti italiani degli anni ’80, nel 2017 consegue il diploma di laurea triennale in fotografia con un progetto, realizzato in pellicola, che indaga sulla stratificazione del territorio palermitano attraverso le architetture arabo-normanne che rappresentano il patrimonio artistico e culturale siciliano per eccellenza. Nell’ottobre 2018 inizia il primo anno del Master di Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea per continuare la sua ricerca identitaria.